Furti e rapine a Trapani, il consigliere Lamia chiede l’attivazione di ronde cittadine

Il consigliere comunale di Trapani, Nicola Lamia, ha presentato una interrogazione al primo cittadino Vito Damiano e al Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Bianco, in merito alla questione sicurezza, in seguito all’ondata di furti e rapine che da diversi mesi colpiscono le attività commerciali trapanesi. Nell’interrogazione, il consigliere chiede che vengano attivate delle ronde cittadine, che possano svolgere una funzione di segnalazione e deterrenza.  Di seguito il testo dell’interrogazione:[su_spacer]

Oggetto : Sicurezza operatori commerciali.

“Il sottoscritto, nell’esercizio del proprio mandato elettorale, intende interrogare la S.V. su quanto segue:

PREMESSO

Che, su segnalazione di diversi commercianti del territorio, e nella fattispecie della centrale Via Fardella, i quali lamentano il reiterarsi di continui atti delinquenziali in loro danno, in particolare l’elevato numero di furti e rapine concentrate in un minimo lasso temporale.

Che in questo mese di Gennaio nel giro di ventiquattro ore, se ne sono verificate quattro, un vero record in negativo, e la gente che è impaurita anche perché si sente poco protetta, a causa anche della scarsa presenza delle Forze dell’ordine.

Che gli organici delle forze dell’ordine operanti sul territorio, al momento, non possono far fronte all’ondata di delinquenza che si abbatte costantemente sui ignari cittadini.

Che è compito statutario dell’amministrazione comunale, tutelare, anche sotto l’aspetto della sicurezza, i propri cittadini, di concerto con le forze di polizia operanti sul territorio;[su_spacer]

Tanto premesso, il sottoscritto Lamia Nicolò CHIEDE

– se la S.V. a conoscenza di tale situazione, ma, soprattutto, se ne è a conoscenza il Comandante della Polizia Municipale; 

– Di farsi promotore presso il Prefetto per organizzare un tavolo con i comandanti delle forze dell’ordine al fine di predisporre un’attività programmatica volta alla risoluzione o al contenimento delle problematiche sopra evidenziate.[su_spacer]

PROPONE

– Un servizio, simile a quello dei volontari della protezione civile, realizzato in maniera coordinata con la prefettura e le forze dell’ordine su base volontaria; 

– Le ronde cittadine, che possono essere il rimedio per la sicurezza in quanto il sottoscritto ritiene che un servizio svolto non da rambo, bensì da semplici cittadini che, armati di pile e cellulari, girano la notte a piedi oppure in macchine fornite di lampeggiante. La loro funzione dovrebbe essere esclusivamente di segnalazione e deterrenza. Mi risulta che ronde di questo genere siano già state costituite in altre città e che stiano dando risultati eccellenti». Un compito, il loro, di supporto alle forze dell’ordine che non ce la farebbero a parare del tutto l’ondata di delinquenza per scarsità di risorse, mezzi e personale.[su_spacer]

ll sottoscritto, rimane in attesa della consequenziale risposta scritta e della trattazione dell’argomento in una delle prossime adunanze consiliari, secondo i termini del Regolamento”.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *