Furti ad Erice Vetta, Salone scrive alle Autorità per chiedere più controlli

Con una lunga lettera indirizzata a Prefetto, Questore, Comandante Provinciale dei Carabinieri, Procuratore della Repubblica e sindaco di Erice, il consigliere comunale di Trapani Francesco Salone ha chiesto che la stazione dei Carabinieri di Erice venga presidiata da personale dell’Arma anche nelle ore notturne. Rispetto all’ultimo episodio del furto della cassaforte dell’ufficio postale Salone ha segnalato alle autorità in indirizzo l’inaccettabile ritardo nell’intervento delle Forze dell’ordine che ha avuto, come conseguenza, la reazione della popolazione di Erice vetta di costituire un comitato di vigilanza con ronde notturne.[su_spacer]

«Se da un lato è comprensibile la reazione degli ericini, verso i quali mi sento solidale e partecipe della percezione di insicurezza che le ultime vicende hanno provocato – afferma Salone -, dall’altro devo anche affermare con forza, come ho scritto nella mia lettera alle autorità, che tutto ciò è inaccettabile in primo luogo perché buona volontà e senso civico non possono sostituire addestramento, professionalità, potenziale di deterrenza nei confronti dei malviventi, che le Forze dell’ordine hanno; in secondo luogo è inaccettabile quando anche si tenga conto che la locale stazione dei Carabinieri viene posta nella disponibilità dell’Arma in forza di un contratto di locazione i cui costi, circa 46 mila euro all’anno, sono sostenuti dai contribuenti e quindi anche dalla intera comunità ericina».[su_spacer]

«L’iniziativa dei cittadini ericini della vetta – continua Salone – per altro ha scatenato il proliferare di inutili, quanto poco intelligenti proposte emulative, come quella del consigliere Nicola Lamia che ha suggerito l’istituzione di ronde civiche anche a Trapani, come se vigilare su un borgo con 300 abitanti e 1500 case fosse la stessa cosa che sorvegliare una città di 70 mila abitanti 25mila alloggi».[su_spacer]

«Ritengo invece – conclude Salone – che le Forze dell’ordine possano fare di più per prevenire e reprimere i reati e le azioni criminali, soprattutto la notte, tanto a Trapani quanto ad Erice, e che sia dovere della politica il richiamo al compito d’istituto di chi si occupa della sicurezza ma che sia nel ruolo e nella professionalità di Polizia e Carabinieri stabilire il come. Per Erice auspico il ripristino della presenza di personale dell’arma presso la stazione della vetta. Questo contribuirebbe a ricucire la trama strappata della fiducia dei cittadini ericini nelle istituzioni e nelle Forze dell’ordine».

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *