Partecipato, oggi, nel salone di Palazzo Florio a Favignana, l’incontro voluto dall’Amministrazione Pagoto in collaborazione con l’associazione CO.DI.CI. – Centro per i Diritti del Cittadino, per discutere delle “bollette pazze dell’EAS”. Dopo una breve introduzione sull’argomento da parte del vice sindaco Vincenzo Bevilacqua, l’avv. Vincenzo Maltese, segretario di Codici Trapani, ha rappresentato ai numerosi cittadini presenti cosa sta accadendo in provincia di Trapani con l’invio di eccedenze calcolate per lo più in via presuntiva o a forfait, e quali rimedi, a tutela degli utenti, si stanno adottando per far fronte a tale situazione.[su_spacer]

“Abbiamo già notificato le prime citazioni e abbiamo quotidianamente adesioni di cittadini alla class action – dice l’avvocato Vincenzo Maltese. Per questo stiamo girando la provincia di Trapani, e dopo Erice, Paceco, Castellammare del Golfo e Favignana, venerdì pomeriggio saremo a Salemi, per un incontro pubblico sulle inefficienze del sistema idrico e i rimedi previsti dall’ordinamento giuridico a tutela dei cittadini”. Dal canto suo l’Amministrazione di Favignana, dinanzi a diversi crediti non versati da EAS, come confermato dal vicesindaco Vincenzo Bevilacqua, ha deciso, così come attuato dai Comuni di Erice e Paceco, di avviare il contenzioso in sede giudiziale per il recupero coattivo di somme dovute alle casse comunali per interventi in via sostitutiva effettuati sulla rete idrica, nonché per il recupero di canoni fognari e depurativi mai versati da EAS a nessun Comune servito.

Leave a Reply

Your email address will not be published.