Trapani, sabato 30 gennaio la presentazione del libro “L’uomo che amava i bambini”

“L’uomo che amava i bambini” è il libro del giornalista Maurizio Macaluso che sarà presentato il prossimo 30 gennaio, alle 17, nella sede del laboratorio d’arte “Spazio OniricO” in via Orfani, 48, a Trapani. Un racconto che affronta il tema scottante e attuale della pedofilia, senza falsi moralismi e pudori, dalla parte dei bambini violati. Alla presentazione interverranno, insieme con l’autore, la psicologa e psicoterapeuta Letizia Cacciabaudo e la giornalista Ornella Fulco. [su_spacer]

Una volta le mamme raccomandavano ai propri bambini: “Non accettare caramelle dagli sconosciuti”. Ma non sempre l’orco è un estraneo. Anzi, spesso, è una persona vicina alla vittima. Ha il volto rassicurante di un padre o di uno zio. Il piccolo Ninni, protagonista dell’ebook “L’uomo che amava i bambini” del giornalista trapanese Maurizio Macaluso, è cresciuto tra le macerie del terremoto che nel 1968 rase al suolo interi paesi della Valle del Belice. La sua infanzia sarebbe stata come quella di tanti altri se il suo piccolo cuore non avesse conosciuto l’amore troppo presto. Un amore fisico da parte di un padre che lui adorava. Un tema scottante e attuale, quello della pedofilia, affrontato senza falsi moralismi e pudori, dalla parte dei bambini violati che, spesso, non riescono più a distinguere il bene dal male. “L’uomo che amava i bambini” è una storia d’amore straziante, drammatica, impossibile, che mette in gioco l’esistenza stessa. È un disperato tentativo di sopravvivere e provare a credere, nonostante tutto, in una vita normale.[su_spacer]

“Oggi si parla poco di pedofilia – dice Macaluso – Queste storie restano, purtroppo, relegate negli stretti ambiti delle aule giudiziarie. Invece, bisognerebbe parlarne, organizzare incontri e tavole rotonde. Soltanto in questo modo si potrà provare a contrastare un fenomeno ben più diffuso di quanto si possa immaginare”. “Sbaglia – prosegue l’autore – chi pensa che certi abusi possano avvenire solo in determinati contesti socio-culturali degradati. L’orco può essere chiunque. Un semplice disoccupato, con la licenza elementare, o un professore di un’università. Molti casi di pedofilia non vengono scoperti perché chi subisce gli abusi non denuncia. E allora è giusto parlarne. Discutere di questo tema. Perché solo così potremo provare ad aiutare le piccole vittime”. “L’uomo che amava i bambini” è disponibile, in formato digitale, sulla piattaforma di Amazon.[su_spacer]


Maurizio Macaluso ha 44 anni ed è originario di Trapani, dove vive. Fa il giornalista in Sicilia. Cronista di giudiziaria, ha seguito importanti processi di mafia come quello per l’omicidio del giornalista e sociologo Mauro Rostagno. Sua l’inchiesta giornalistica da cui è scaturita la riapertura dell’indagine sulla strage di Alcamo Marina. Raccontare è il suo obiettivo, sia quando si cimenta nella scrittura di romanzi sia quando si occupa dei più scottanti casi di cronaca che approdano nelle aule di giustizia. “L’uomo che amava i bambini”, pubblicato nel 2000 da una casa editrice siciliana, è ora riproposto in un’edizione totalmente rinnovata e in formato ebook su Amazon.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *