Trapani: Traffico e riciclaggio oro rubato, scattano 22 denunce

Tre persone sono state arrestate e 22 denunciate dalla Guardia di Finanza al termine di indagini di polizia giudiziaria coordinate dalla Procura della Repubblica di Trapani.[su_spacer]

Secondo i finanzieri, alcuni negozi ‘compro oro’ del trapanese sarebbero serviti a sostenere un’attività di riciclaggio di oggetti preziosi per oltre un milione di euro. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Trapani hanno sgominato un presunto sodalizio criminale che si serviva di una società fittiziamente creata in Germania.[su_spacer]

Il gip ha sottoposto agli arresti domiciliari Salvatore Messina, 51 anni, residente a Porto Empedocle e Maurizio Messina, 44 anni, residente a Valderice. Per il 39enne Carmelo Oddo, residente a Palermo, è stato invece disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza. Le accuse vanno dalla ricettazione al riciclaggio di oro e argento di provenienza illecita.[su_spacer]

Secondo i finanzieri, l’organizzatore e principale artefice del traffico illecito, Salvatore Messina, avvalendosi della complicità di alcuni esercizi commerciali comunemente denominati ‘compro-oro’ dislocati nella provincia di Trapani, avrebbe ricettato centinaia di oggetti e monili in oro e argento provenienti per lo più da furti in appartamenti e rapine, per poi fonderli in lingotti e rivenderli con false fatturazioni ad altre società (banco metalli) ubicate a Catania e Roma. Le vendite avvenivano utilizzando una vecchia partita Iva di una gioielleria di famiglia non più attiva da anni e un’impresa inesistente creata in Germania. I finanzieri hanno sequestrato oltre 2 chilogrammi di gioielli in oro e argento di provenienza furtiva.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *