“Tutto può cambiare” recita il titolo di un film romantico pieno di belle musiche – ma tutto può cambiare potrebbe essere pure il titolo a commento delle prossime elezioni amministrative a Trapani. Tutti si stanno sbizzarrendo nel trarre conclusioni e preconizzare il futuro amministrativo Trapanese sulla base di ammiccamenti, possibili convergenze, di accordi trasversali, di antichi richiami amorosi la cui portata, reale e simbolica, appare sproporzionata rispetto al vuoto politico – amministrativo che avvolge la Città – lo spirito di quanto sta succedendo, in fondo, è andare avanti – e per andare avanti ciò che conta è vincere”. E’ quanto afferma in una nota il Circolo Politico-Culturale Big Bang, il quale sostiene che il Comune di Trapani è ormai pronto per un cambiamento radicale sul piano politico.  [su_spacer]

“Vero che il < vecchio > e < riproposto >-recita la nota-  sta conducendo una efficacissima, implacabile campagna elettorale ( più virtuale che tangibile ) ma, non tiene conto, che  la gente è stufa di andare a votare, scontenta dell’attuale gestione amministrativa che è frutto di impegni politici presi e non mantenuti, depressa per via della crisi economica, delusa verso tutto il sistema politico e verso tutti i politici, ed  l’incognita è quella di non riuscire ad affascinare gli elettori perché la proposta,  il suo retroterra, la sua figura, il suo linguaggio non è aggregante ma divisivo. Se a questo si aggiunge < l’impalpabilità > della proposta del Partito Democratico tormentato ( come sempre ) e separato in casa, ravvisiamo che è  maneggiato il trarre conclusioni e preconizzare il futuro amministrativo cittadino.[su_spacer]

Noi siamo, invece, tra coloro che ritengono che  < tutto può cambiare >  che è possibile un  <patto > che conferisca al sistema la stabilità necessaria in un momento di crisi che non ha smesso di essere drammatico. Riteniamo che le donne nella politica e nelle organizzazioni non sono un vincolo ma costituiscono invece un’opportunità  e un vantaggio competitivo – sono un valore perché sanno programmare in modo concreto e realistico il futuro. Esse riescono a mettere un’ancestrale capacità  gestionale, la stessa con cui amministrano da sempre, con parsimonia  < e politica del fare > le risorse economiche e finanziarie –  riescono a mantenere equilibri e sinergie fra i diversi ruoli senza dover tradire in nome della politica e senza dover rinunciare ad essere prima di tutto se stesse <  persone vere >.[su_spacer]

Riteniamo, insomma, che  < tutto può cambiare > e che per le  prossime elezioni amministrative siano maturi i tempi, nella coscienza dei  Trapanesi e di Trapani,  per una svolta epocale per eleggere un          < Sindaco DONNA > che sappia riempire quel vuoto politico determinato dalle divisioni e dagli arbitrii prodotte dalla politica. Una City-Manager   moderata ( come è moderata la gente trapanese ) che abbia la lungimiranza di relazionarsi e svelenire il clima politico cittadino, che abbia le capacità di raccogliere le varie esigenze della collettività, che rimetta al centro della discussione amministrativa < l’essere cittadino >, che abbia le capacità manageriali di direzione, programmazione e sviluppo del territorio, che abbia maturato  significative esperienze nel complesso mondo del sociale e delle attività sociali e culturali.[su_spacer]

Per queste riflessioni il Circolo Politico Culturale Big Bang – ADESSO TRAPANI –  rivolge un < pubblico e caloroso invito > alla Dott.ssa BICE RUGGIRELLO ( espressione autorevole di una importante famiglia trapanese) di valutare l’opportunità di porsi al servizio della Città riconoscendogli le doti di  City-Manager  suesposte e le qualità umane per  potere assolvere al gravoso compito di Sindaco di Trapani”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.