IMG_1413Il circo Sandra Orfei arriva a Trapani e tenta di montare i suoi tendoni in Via Isola Zir. In pochissimo tempo è costretto però ad andar via perchè il WWF ha rilasciato parere negativo, considerato che trattasi di Z.P.S. (zona a protezione speciale), tutelata da diverse normative italiane ed europee. Così, i circensi hanno deciso di spostarsi sul Lungomare Dante Aligheri, accanto all’Isola Ecologica. Uno spazio ristrettissimo per l’enorme quantità di animali e carovane in possesso del circo. Alcune di esse, infatti, sono visibili in diversi punti della città. A denunciare l’accaduto, il Capo della Segreteria del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi, il quale nella giornata di ieri ha effettuato un sopralluogo ed ha accertato una serie di gravissime irregolarità che lo hanno convinto ad informare subito il Prefetto di Trapani, Leopoldo Falco. Quest’ultimo, riceverà il rappresentante del PAE domattina alle ore 11:30.[su_spacer]

IMG_1412“Vorrei veramente guardare in faccia tutti i componenti della Commissione sui Pubblici Spettacoli per capire cosa gli sia passato per la testa quando hanno deciso di rilasciare l’autorizzazione al circo Orfei”- ha dichiarato Rizzi-. Vorrei anche capire se ognuno di loro si sia letto quanto meno un paio di pagine sulle disposizioni CITES riguardanti il benessere degli animali, sulle condizioni di sicurezza, di agibilità e di tutela ambientale. Ma come si può rilasciare un’autorizzazione ad un circo enorme che ha posizionato i suoi camion sotto i balconi dei cittadini?  L’art. 216 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie e successivo decreto del Ministero della Sanità del 5.9.1994 includono gli allevamenti e le stalle come quelle impiantate dai circhi tra le industrie insalubri di prima classe, le quali devono assolutamente essere isolate nelle campagne e tenute lontano dalle abitazioni. Inoltre, l’area che si è occupata è talmente piccola come hanno confermato gli stessi circensi, che è stata riempita dai vari automezzi del circo, veicoli, container e da transenne e che, quindi, impediranno ogni e qualsiasi possibilità di fuga del pubblico in caso di necessità e di tutti gli esemplari ospitati; tutto ciò risulta palesemente contrastante con le vigenti norme sulla sicurezza dei pubblici spettacoli (Min. Interno, circolare prot. n. P2228/2396 del 28 novembre 1996; D.M. 19 agosto 1996; legge 18 marzo 1968, n. 337. Per non parlare delle condizioni di benessere degli animali, cui devono essere garantiti ampie aree esterne (Disposizioni CITES 2000). Domattina riferirò tutto al Prefetto di Trapani chiedendo di sospendere immediatamente gli spettacoli e presenterò formale denuncia nei confronti di coloro che hanno firmato l’autorizzazione allo svolgimento di questi spettacoli illegali”. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.