Servizio mensa scolastica, saranno istituiti comitati mensa e di controllo

L’interpellanza sul servizio di mensa e refezione scolastica (QUI), anche quest’anno come lo scorso partito in ritardo, ha già prodotto alcuni positivi effetti. Nei giorni scorsi si è svolta una riunione, presso gli uffici del dirigente del settore, dott. Francesco Guarano, presenti l’assessore Michele Cavarretta, il consigliere Salone e le rappresentanze dei genitori che per primi hanno segnalato alcune disfunzioni del servizio, compresa l’impossibilità di operare dei controlli diretti sul confezionamento e distribuzione dei cibi come accade, invece, in molti altri comuni italiani dove tale compito viene garantito.[su_spacer]

«Il dottore Guarano – spiega il consigliere Francesco Salone, firmatario della interpellanza – ha avviato l’iter per la costituzione formale dei “comitati mensa” o comitati di controllo dei genitori sul ciclo di confezionamento delle pietanze, sulle procedure e sui tempi di consegna delle stesse nelle singole scuole. Un passo avanti per rendere il servizio più efficace dal punto di vista qualitativo. Inoltre la sollecitazione giunta dall’atto ispettivo ha mosso i responsabili del Dipartimento di prevenzione della Salute (tutela igienico-sanitaria degli alimenti; sorveglianza e prevenzione nutrizionale) dell’ASP di Trapani ad operare dei controlli e delle ispezioni».[su_spacer]

Dal prossimo anno, ha assicurato inoltre il dirigente Guarano, saranno attivate procedure amministrative per partire con puntualità rispetto all’inizio dell’orario prolungato nelle scuole.[su_spacer]

«Devo ringraziare gli uffici del Comune, l’assessore Cavarretta ed in particolare il dott. Guarano – afferma Salone – per la rapidità e l’efficacia con le quali si sono mossi, non certo per l’atto ispettivo, ma per la tutela e l’attenzione che si deve ai nostri bambini ed ai luoghi riservati alla cura dell’infanzia. Auspico che sulla scorta delle esperienze degli anni scorsi il prossimo anno, come garantito dal dirigente, il servizio possa partire puntualmente e che l’amministrazione progressivamente ponga la adeguata attenzione sullo svolgimento del servizio che ha la duplice funzione di alimentare i bambini e di educarli al rapporto con i cibi sani».

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *