Rendicontazione spese comunitarie più snella, la terza commissione Ars dà OK ad emendamento PSI

Via libera, oggi pomeriggio, della terza commissione attività produttive dell’Ars ad un emendamento, presentato dal gruppo socialista (firmatari Oddo e Di Giacinto), alla legge stralcio del Bilancio 2016 che snellisce la rendicontazione delle spese comunitarie.[su_spacer]

“L’emendamento – dichiara il deputato trapanese Nino Oddo-, recependo il regolamento europeo 1303/2013, prevede norme che rendono  meno farraginoso l’iter burocratico relativo alla rendicontazione dei  fondi strutturali erogati dall’Unione Europea a soggetti privati e pubblici. Interessati saranno i progetti finanziati a decorrere dal 1° gennaio 2014. Si tratta di un risultato importante- ha aggiunto l’esponente socialista- per consentire l’effettiva fruizione da parte degli imprenditori siciliani dei programmi operativi 2014/2020 e ridurre la forbice tra i finanziamenti concessi e quelli concretamente fruiti”.[su_spacer]

“I programmi comunitari- spiega Daniela Virgilio ( PSI-PSE) esperta in finanziamenti europei- rappresentano lo strumento di attuazione delle politiche dell’Unione Europea, attraverso cui la commissione europea finanzia i suoi obiettivi di crescita e coesione sociale. Il ciclo di programmazione comunitaria 2014-2020- ha aggiunto- rappresenta uno dei principali strumenti di finanziamento per investimenti pubblici e privati. L’utilizzo, la governante e il controllo di queste risorse è relegato da quadri normativi complessi in applicazione del principio della sana gestione delle risorse finanziarie. L’emendamento approvato in data odierna, promosso dal gruppo socialista- ha concluso Daniela Virgilio-, rappresenta un importante avanzamento nella procedura di sano e corretto utilizzo delle risorse finanziarie europee, per lo sviluppo del territorio e per il sostegno all’economia regionale”.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *