A Mazara ormai c’è solo l’attesa per la grande giornata di festa, quella che è prevista per domenica con i 18 marittimi tornati all’affetto delle loro famiglie e dell’intera città. Le ultime indiscrezioni prevedono l’arrivo dei due pescherecci con i loro equipaggi tra la notte di sabato e la mattina di domenica. Intanto si prepara il programma della “festa di liberazione”.

Arrivano anche le prese di posizione e i commenti. E’ la Cgil provinciale con il suo segretario Filippo Cutrona a esprimere soddisfazione:”  “Tiriamo tutti un respiro di sollievo dopo mesi di forti preoccupazioni e di incertezze. Per i pescatori mazaresi e per le loro famiglie è un giorno di gioia, ma lo è anche per la comunità mazarese, per la provincia di Trapani e per il comparto della pesca” “Dopo 107 di prigionia – dice il segretario Cutrona – il Governo ha riportato in casa i pescatori, detenuti ingiustamente mentre lavoravano per sostentare lo loro famiglie.  Adesso ci auguriamo un incisivo e risolutivo intervento del Governo nei confronti della Libia affinché gli equipaggi dei pescherecci siciliani non subiscano più sequestri durante le battute di pesca”.

“ I Pescatori liberi, il regalo più bello” è il primo commento del Sen. Santangelo, cinque stelle, che aggiunge: “È una grande gioia per tutti noi. Nelle ultime ore di ieri sono  stato in continuo contatto  con gli esponenti del Governo che hanno seguito la trattativa. Ringrazio tutto il Governo per l’incessante lavoro svolto sin dal primo giorno di prigionia che ha permesso di raggiungere questo grandissimo  risultato.Ringrazio anche il Parlamento che in questi mesi difficili è riuscito a
dimostrarsi sensibile davanti a questa grave situazione, approvando
due emendamenti a mia prima firma per fornire immediato sostegno
economico alle famiglie dei pescatori sequestrati e per sospendere i
termini tributari e previdenziali a carico degli armatori delle
imbarcazioni coinvolte nel sequestro.


Oggi è un grande giorno! Vedere i nostri 18 pescatori riabbracciare i
propri cari è il più bel regalo di Natale che potessimo
desiderare”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.