Il Trapani cerca di confermarsi. Dopo la netta vittoria contro il Bisceglie, la formazione granata attende al Provinciale, in uno dei tanti derby della categoria, l’Akragas di mister Di Napoli. Dopo un inizio di stagione non esattamente entusiasmante, la formazione agrigentina, nell’ultima giornata, ha raccolto l’ennesima sconfitta stagionale, la sesta, contro la Sicula Leonzio per 2-0. Il Trapani dal canto suo sembra aver superato le numerose critiche ricevute dopo il clamoroso 3-3 interno contro il Catanzaro e si appresta ad affrontare la sfida con tutt’altro approccio dopo la vittoria incoraggiante di Bisceglie, dove i ragazzi di mister Calori hanno offerto una prestazione che ha fatto di certo contenti i tifosi e ha portato una maggiore serenità all’interno del gruppo.

Al Trapani mancheranno i lungodegenti Ferretti e Aloi; oltre a loro non saranno disponibili il centrocampista francese Taugourdeau che non si è allenato insieme al gruppo in settimana per un problema alla zona lombare e Rizzo, uscito malconcio durante l’ultimo match. Anche Girasole è in dubbio. Mister Calori, quindi, dovrebbe schierare la stessa formazione di settimana scorsa con Reginaldo-Murano davanti; mentre in difesa, oltre a Visconti per Rizzo si rivedrà, salvo sorprese, capitan Pagliarulo dal primo minuto.

Così il mister alla vigilia nel presentare la gara: “Non è una partita facile, dovremmo interpretare la partita in più modi e non avere fretta nel cercare il goal. Ci aspetta un trittico di partite che potrà dire molto sulle nostre ambizioni future; stiamo lavorando sodo e bene per cercare di migliorarci ogni giorno. Non dobbiamo avere la presunzione di considerarci i più forti, dobbiamo fare la corsa su noi stessi, di sicuro il margine d’errore si è notevolmente ridotto. Affronteremo una squadra che fuori casa ha costretto al pareggio due ottime squadre come il Lecce e il Monopoli e sappiamo che gli spazi che ci concederanno saranno pochissimi, dovremmo essere noi bravi a cercarli e soprattutto sfruttarli al meglio.”

Di Napoli, invece, nonostante le numerose defezioni, ha spronato tutta la settimana la squadra in cerca di un risultato positivo e, anche nella conferenza stampa della vigilia, ha cercato di infondere coraggio sottolineando come “l’Akragas stia giocando bene e nessuno può dire il contrario, ci mancano solo i risultati, ahimè la cosa più importante. Speriamo con il Trapani di ripetere le ultime prestazioni sotto il profilo del gioco ma di modificare il risultato finale”. Dello stesso avviso è il difensore dei bianco-azzurri Pisani: “Servirà una grande prova contro questa corazzata, ci siamo allenati bene e le motivazioni in sfide come queste sicuramente non mancano. Andremo a cercare la vittoria anche a Trapani, sono fiducioso”.  Le assenze sono pesanti, infatti alla formazione agrigentina mancheranno ben tre titolari: Sepe (espulso nell’ultimo match contro la Sicula Leonzio), Vicente e il centravanti Salvemini.

Domani alle 20.30 circa capiremo se il Trapani potrà puntare alle zone nobili della classifica o cadrà nell’ennesimo scivolone stagionale, allontanandosi sempre più da quel Lecce che evoca al Trapani e ai trapanesi dolci ricordi di promozione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.