ragazzi centri caritas al maneggio 6L’estate “al passo” dei bambini e ragazzi che frequentano i centri della Caritas diocesana è iniziata con una giornata in un maneggio, a contatto con la  natura e con i cavalli: un’esperienza per crescere nella costruzione della propria identità, nella disponibilità a mettersi  alla prova e a superare  le paure. I ragazzi, accompagnati dal team degli educatori e dai ragazzi del Servizio civile, sono stati accolti presso il maneggio Pegaso di Trapani.[su_spacer]

“È stato facile pensare ad un momento che aiutasse i bambini a sperimentare il valore della relazione con gli animali nei suoi diversi aspetti: educativo, psicologico, ludico, così da poter valorizzare il rapporto sano con la natura, imparando attraverso piccole esperienze a sapersi prendere cura dell’altro e a mettersi alla prova”– spiegano gli educatori.[su_spacer]

I centri non chiudono durante l’estate;  le attività anzi si moltiplicano e differenziano con la partecipazione ai  “grest” attivi  nelle parrocchie,  alternate con giornate al mare. Ogni settimana, poi, è in programma un’escursione speciale per conoscere il territorio e sviluppare particolari abilità,  come nel caso della giornata al maneggio.[su_spacer]

I centri di aggregazione giovanile  della Caritas sono attivi a Trapani dal 2000: lavorano con i bambini e i ragazzi dei quartieri, soprattutto quelli che per diverse motivazioni hanno minori possibilità di sviluppare le proprie capacità e talenti,  fornendo sostegno scolastico, occasioni di socializzazione, attività pedagogiche e ludiche nei quartieri di Cappuccinelli, Sant’Alberto, Fontanelle-Milo, Villa Rosina, nella zona di via Fardella e nel centro storico dove l’attenzione particolare è verso l’integrazione dei bambini immigrati. Le attività vengono realizzate con fondi 8×1000  del progetto “arca di Noè” della Caritas Diocesana di Trapani.

Leave a Reply

Your email address will not be published.