La crescita del Polo Didattico di Trapani con l’apertura di due nuovi corsi di laurea, architettura e scienze del turismo che potranno dare anche un contributo di idee per lo sviluppo del territorio, rappresenta un importante traguardo.

In questi anni in silenzio e senza falsi proclami il Partito Democratico si è impegnato attraverso i suoi deputati regionali per consentire al Polo Didattico di sopravvivere, non a caso oggi è rimasto l’unico decentramento dell’Università di Palermo che ha deciso di investire sul suo potenziamento.

Il consolidamento dell’esistente e l’apertura di nuovi corsi rappresentano una grande occasione per tutte le studentesse e gli studenti della nostra provincia e non solo.

In un momento in cui l’Italia e la Sicilia subiscono ancora il contraccolpo della grave crisi economica  che pian piano ci stiamo lasciando alle spalle, puntare sul Polo Didattico di Trapani significa non solo investire su un’offerta formativa di qualità ma anche garantire a tutti il diritto allo studio, fornendo la possibilità di frequentare l’università pubblica senza l’aggravamento dei costi che comporta il trasferimento, e non ultimo consente ai nostri giovani di rimanere nel proprio territorio e di contribuire alla sua crescita.

L’impegno nei confronti del Polo Didattico che in questi anni ci ha portato a chiedere ed ottenere maggiori finanziamenti da parte della regione attraverso gli emendamenti che ogni anno abbiamo presentato ed approvato, viene oggi ripagato con questo importante risultato che non può essere considerato un punto di arrivo, ma uno stimola a fare ancora di più per il raggiungimento di traguardi ancora più ambiziosi.

E’ chiaro che in questa direzione bisognerà operare nei prossimi anni attraverso tutti gli amministratori del Partito Democratico.

Leave a Reply

Your email address will not be published.