Annullate eccedenze EAS 2010-2011, vittoria di Co.Di.Ci. e degli utenti

Arrivano le prime due sentenze emesse dal Giudice di Pace di Trapani, Dott. Fulvio Tuttolomondo che, su istanza di alcuni cittadini assistiti dall’Avv. Vincenzo Maltese, Segretario dell’associazione di Consumatori e Utenti Co.Di.CI., si è pronunciato annullando le fatture per eccedenze EAS di seconda fascia (quelle che superano i mc assegnati contrattualmente ad ogni utenza), una dell’importo di € 4387,33 e l’altra di € 2032,40. In sostanza il Giudice ha stabilito che EAS aveva onere di dimostrare le eccedenze per consumi idrici fatturati nonchè l’onere di riscontrare tempestivamente le contestazioni e la richiesta di verifica dell’impianto inviate con istanza/ricorso dai cittadini a mezzo raccomandata a/r. [su_spacer]

“Si tratta di una importante pronuncia-, commenta l’Avv. Vincenzo Maltese- che sta assistendo con azioni legali contro EAS diversi cittadini, che ha dato ragione alla nostra tesi. Ripristinato  quindi il diritto al contraddittorio dei cittadini che non solo si vedevano notificare fatture “spropositate” negli importi, a distanza di quasi cinque anni, ma  EAS non aveva riscontrato le istanze di verifica, piuttosto notificando solleciti di pagamento con minacce di recupero coattivo del credito vantato. EAS dovrà dimostrare  che i consumi siano effettivi. Queste sentenze di annullamento si aggiungono a quelle per annullamento per intervenuta prescrizione,già emesse dal Giudice di Pace di Alcamo nei mesi scorsi che, unitamente ad un dettagliato esposto inviato all’Autorità Garante per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema idrico,(AGEESI), mi portano ad essere ottimista per il futuro”-, conclude l’Avv. Vincenzo Maltese.[su_spacer]
Il riferimento è agli altri ricorsi ancora pendenti e per quelli che adesso saranno intrapresi dinanzi al Tribunale Civile di Trapani per fatture EAS di importo superiore ai 5000 euro.
Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *