Approvato in consiglio l’atto di indirizzo sugli oneri di mitigazione ambientale proposto dal consigliere Sveglia

E’ stato approvato dal consiglio comunale di Trapani, dopo un lungo periodo di stallo dopo la presentazione, l’atto di indirizzo sugli oneri di mitigazione ambientale di cui è propositore e primo firmatario Nicola Sveglia.
L’amministrazione comunale si impegna, così, a richiedere il pagamento delle somme dovute per il conferimento di rifiuti presso le discariche che insistono nel territorio comunale di trapani, effettuati da altri soggetti. Con questo atto di indirizzo l’amministrazione potrà incassare circa 500 mila euro ogni anno.[su_spacer]Sveglianicola

Sulla questione del conferimento in discarica da parte degli altri comuni del territorio provinciale, la città di Trapani aveva subito solo le negative conseguenze dell’ordinanza emanata dal presidente della regione Crocetta che obbligava a ricevere nelle vasche disponibili anche i comuni limitrofi. Questo ha comportato la precoce saturazione della capienza della discarica di Montagnola Cuddia della Borranea e la necessità di spostare i rifiuti nella discarica di Siculiana; un servizio che ha comportato l’aggravio dei costi in quanto ha visto applicata, anche, una maggiorazione per oneri di mitigazione ambientale pari a € 3,34 per ogni tonnellata.[su_spacer]

Dopo l’intervento della Trapani Servizi spa Che ha provveduto alla costruzione della nuova vasca con una volumetria di circa 265.000 metri cubi e capace di contenere 212.000 tonnellate di rifiuti, è stato possibile ripristinare il conferimento nella prossimità territoriale pur sempre ricevendo i rifiuti provenienti dai comuni autorizzati di Campobello di Mazara, Castelvetrano, Gibellina, Mazara del Vallo, Partanna, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa e Vita.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *