Eseguita stamani dal Corpo di Polizia di Stato della III Sezione della Squadra Mobile di Trapani – addetta ai Reati contro la Persona, il pregiudizio di minori e reati sessuali – un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari con ordinamento di controllo elettronico, emanata dal G.I.P. al Tribunale di Trapani.

La protagonista, una 65enne responsabile di lesioni personali aggravate, minacce e soprusi. Al seguito di una domanda di intervento pervenuta al 113, è stata avviata un’indagine che ha permesso di scoprire l’atteggiamento violento dell’indagata su ex marito e figlie, caratterizzato da minacce, uso di armi, imboscate, disastri vari, anche in seguito alla separazione dal marito nel 2013.

I familiari, in continuo stato di apprensione, sono allarmati per l’integrità della loro persona. Il G.I.P. di Trapani ha indotto l’indagata alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per preservare i familiari ed evitare eventuali danni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.