E’ tempo di elezioni, si vota l’11 giugno prossimo per la nuova Amministrazione comunale di Trapani, e tempo quindi di programmi. Almeno annunciati da parte dei vari candidati sindaco.

Ognuno ha la propria ricetta, ognuno la propria credibilità o meno nel proporla. C’è chi propone mega-progetti bufala ad ogni campagna elettorale certo che l’elettore dimentica presto la “promessa” , c’è chi vola più basso, coi piedi per terra senza promettere nuovi stadi, nuovi ospedali, nuovi trenini a cremagliera, nuovi trafori di Pizzo Argenteria, nuove fiere permanenti in Zona ASI, stazioni ferroviarie spostate al … ponte di via Salemi e chi più ne ha più ne metta.

Per realizzare un Programma Amministrativo, tuttavia, servono due cose soprattutto – secondo “Città a Misura d’Uomo” – movimento civico che vuole, col proprio candidato sindaco Giuseppe Marascia, di proporsi agli elettori almeno a quegli stanchi delle solite “minestre” riscaldate fatte da gente che ne “promette” di cotte e di crude da oltre 20 anni coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Servono le risorse, i soldi in sostanza. Risorse che si possono trovare riducendo gli sprechi, certo, ma anche mettendo a reddito il patrimonio comunale dato, oggi, ad alcuni, in maniera poco trasparente e senza affitto (vedi il Lazzaretto, assegnato in comodato dall’allora sindaco Enzo Augugliaro alla Lega Navale 27 anni fa).

E serve anche una buona comunicazione tra i cittadini e l’Amministrazione. I primi devono avere degli strumenti, moderni anche, per comunicare esigenze e valutazione dei servizi offerti. I secondi devono informare tutti i cittadini di quali servizi hanno offerto ed a quali condizioni d’utilizzo.

Insomma, ad esempio, serve uno “Sportello al Cittadino” (URP) che sia potenziato e ramificato anche nei quartieri, serve una pagina Facebook ufficiale del Comune e un numero Whatsapp per la segnalazione dei disservizi dove il coordinatore dell’URP raccolga le segnalazioni, le giri a chi di competenza e poi risponda dell’esito al cittadino. Previsto dal 1993, e obbligatorio per Legge dal 2010, l’URP di Trapani, invece, per motivi oscuri, è stato sempre depotenziato e emarginato da chi ha “Amministrato” sinora.

Per discutere di questi due aspetti del programma, risorse e comunicazione, “Città a Misura d’Uomo” ha organizzato un nuovo momento d’incontro con cittadini, elettori e simpatizzanti che si svolgerà sabato 1 aprile con inizio alle ore 17 presso la Struttura dell’immobile “Principe di Napoli”, sito in piazza generale Scio a fianco la chiesetta di Santa Lucia.

Ad assistere il candidato sindaco Giuseppe Marascia nell’illustrare idee e progetti ci saranno: Natale Salvo, candidato al Consiglio Comunale e co-fondatore del movimento civico; Aldo Virzì, giornalista e già vice presidente dell’Assostampa regionale;  Fabrizio Bocchino,  senatore della Repubblica, e componente del Gruppo parlamentare di Sinistra Italiana; Fiodor Scarcella, imprenditore del settore turistico, in particolare titolare di un noto bed and breakfast.

Leave a Reply

Your email address will not be published.