Le disposizioni sono obbligatorie fino al 3 aprile

Alcune disposizioni contenute nell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, quello del 4 marzo 2020, sono da considerarsi applicabili e obbligatorie (salvo la chiusura delle scuole fino al 15 marzo) fino a venerdì 3 aprile:

  • Viene confermata la possibilità di servire i clienti solo se seduti al tavolo;
  • I clienti devono rispettare la distanza tra di loro di almeno un metro;
  • È obbligatorio esporre un cartello (scaricabile dal sito www.appe.pd.it) che riepiloga le 11 misure igienico-sanitarie utili a evitare la propagazione del contagio. L’APPE ha anche predisposto un secondo cartello (la cui esposizione è facoltativa) per sensibilizzare i clienti sul rispetto della distanza minima;
  • È obbligatorio mettere a disposizione di addetti, utenti e “visitatori” (leggasi: clienti) soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani (anche se di difficile reperibilità in questo periodo).
  • Sono sospesi tutti gli eventi, manifestazioni, concerti, ecc. di carattere non ordinario, quali, a titolo d’esempio: serate musicali (anche senza ballo), karaoke, tutti quegli eventi che non consentano di mantenere la distanza minima di un metro tra i clienti.

Una disposizione specifica riguarda le “persone anziane”, per le quali è fatta una puntuale “raccomandazione” di evitare di uscire dalla propria abitazione: il Decreto non prevede, dunque, alcun divieto di poter proseguire la propria attività nel pubblico esercizio. È giunta notizia che sono in corso i controlli sul rispetto delle disposizioni dei vari Decreti, e sembra che in qualche caso siano anche state elevate sanzioni (si ricorda che le violazioni sono punite ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale).“

Leave a Reply

Your email address will not be published.