D’Alì: «Governo riferisca immediatamente su motopesca mazarese mitragliato da unità libica»

Il Senatore Antonio d’Alì ha chiesto, oggi, in aula, al Senato, che il Governo riferisca immediatamente sull’episodio del mitragliamento subìto da un motopesca di Mazara del Vallo, da parte di un’imbarcazione libica, che si è verificato lunedì scorso, nel pomeriggio.

«È una vicenda intollerabile – osserva il Senatore d’Alì –, dunque ritengo sia doveroso che il Governo riferisca sui fatti, ci dica a quale fazione libica fa capo il natante che ha mitragliato il nostro peschereccio e se per caso non si tratti di un’unità fornita proprio dallo Stato italiano per la sorveglianza del Mediterraneo. Sarebbe anche utile sapere quali sono i recenti accordi raggiunti dallo Stato Italiano, non si capisce se dal Ministro degli Esteri o dal Ministro dell’Interno, in ordine al controllo costiero».

«Tra l’altro – conclude d’Alì –, appare assurdo il fatto che si spendano così tanti soldi per il controllo delle acque antistanti le coste libiche, per la questione migranti, e non si abbia l’accortezza di proteggere, contestualmente, i nostri operatori della pesca che si muovono per mare con l’obiettivo di guadagnarsi il pane».

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *