Donna aggredita a Valderice, il sindaco Spezia: “Arresto nigeriano non può essere pretesto per strumentalizzare”

“Esprimo apprezzamento e soddisfazione per il lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine e dalla Magistratura. Il giovane nigeriano, arrestato con l’accusa di essere l’aggressore di una donna inerme, che ha rischiato la vita, non può tuttavia essere il pretesto per strumentalizzare una condizione difficile che appartiene alla gestione del flusso migratorio. Le stesse dinamiche delle indagini e le dichiarazioni degli investigatori testimoniano l’importante collaborazione che gli altri immigrati, ospiti del centro di accoglienza cittadino, – come l’aggressore – hanno fornito per consentire ai Carabinieri ed ai Magistrati di fare luce su ciò che è accaduto la sera del 30 maggio scorso nel nostro Comune. Testimonianze, che nel loro humus culturale, respingono la violenza, rasserenano gli animi e permettono di definire un percorso lungo ma necessario d’integrazione e di reciproco rispetto. Emerge anche la necessità di un presidio sempre più capillare del territorio. La presenza delle Forze dell’Ordine rappresenta un’azione di prevenzione, prima ancora che di repressione di eventuali reati e va rafforzata, razionalizzata per dare tranquillità ai cittadini”. Così, attraverso una nota stampa, il sindaco di Valderice, Girolamo Spezia.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *