L’emozione di ritrovarsi dopo cinque anni a risalire su un palco ( in
verità un marciapiede) e parlare con i suoi concittadini.

Lucio Antinoro, candidato sindaco della lista “Egadi insieme” non lo nasconde, lo confessa, probabilmente pensava di non doverlo più ripetere, poi ha dovuto ( gli avversari dicono voluto)scegliere. Così ieri ha inaugurato la sua campagna elettorale a Favignana, l’inizio era stato a Marettimo,
ma farlo nella più grande delle Egadi è altra cosa.

A Favignana ha inaugurato il suo comitato elettorale circondato dalla sua gente, ma anche dai turisti incuriositi di un modo di fare campagna elettorale considerato “vecchio”; per chi conosce una campagna elettorale fatta dai social , i comizi sembrano antidiluviani.

Ma a Favignana, non solo Antinoro, ma anche Pagoto e Braschi, i suoi due concorrenti lo utilizzano. Antinoro però si è modernizzato e ad un certo punto del suo intervento ha fatto un clic dal cellulare che ha coinciso nel mettere in rete il suo programma.

Un programma distribuito anche in forma cartacea: 11 punti, al primo
punto, com’è ovvio, il turismo, la più grande risorsa economica delle
isole, poi a seguire, pesca, agricoltura, artigianato, politica
energetica, banda larga, ambiente e tanto altro. Insomma unire
l’esistente con il futuro. Un futuro difficile, ma possibile, ha
aggiunto, se “insieme troviamo la forza per realizzarlo”. L’ultima parte
del suo intervento l’ha speso per ricordare i successi della sua
amministrazione, quella terminata, appunto, cinque anni prima, a
cominciare dal risanamento delle case comunali lasciate da chi l’aveva
preceduto quasi sull’orlo del fallimento.
La campagna elettorale prosegue e tra oggi e domani sarà ancora
Antinoro, ma anche i suoi concorrenti a “ comiziare” da balconi o
marciapiedi.

A. V.

Leave a Reply

Your email address will not be published.