Sono stati tantissimi a voler trascorrere l’ultimo dell’Anno a Erice. Così com’era accaduto la scorsa edizione, in migliaia si sono ritrovati sabato sera 31 dicembre a Erice per dire addio al 2016 e salutare il 2017.

Ristoranti, pizzerie e bar hanno registrato il tutto esaurito così come Piazza della Loggia dove si è aspettato l’arrivo dell’anno nuovo con la musica di Jaka e la sua Band. Il suo è stato davvero uno spettacolo coinvolgente. In piazza un pubblico di tutte le età ha ballato e cantato fino a notte fonda con la frizzante musica del raggamuffin di origine ericine, Jaka che per l’occasione era accompagnato da Mistilla e Ottoleone.

A fare gli onori di casa il sindaco, Giacomo Tranchida, che ancora una volta ha ricordato l’appuntamento del 31 gennaio prossimo, quando ci sarà la proclamazione della Capitale Italiana della Cultura 2018. Erice infatti è tra le dieci finaliste. “Un appuntamento importante questo – ha sottolineato Tranchida – un appuntamento da non perdere perchè darà ancora lustro alla città di Erice, ai Comuni Elimo Ericini e a tutto il territorio della provincia di Trapani. Un territorio che ha tanto da offrire in termini di accoglienza, ricco di storia e di cultura. Dove per 365 giorni all’anno è possibile fare turismo”.  Poi gli auguri di un sereno, felice e prospero anno nuovo a tutti i presenti.

Filo conduttore della serata: la Musica, tanta musica … il ritmo, l’allegria e alla fine i fuochi d’artificio e il brindisi finale. Ieri mattina, invece, al Teatro Gebel Hamed la proiezione della diretta da Vienna per il Concerto di Capodanno  dell’ Orchestra Filarmonica di Vienna. EriceNatale come sempre continua ancora, la chiusura è prevista per domenica 8 gennaio prossimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.