Erice, il consigliere Vassallo chiede collocazione di dossi in Via Principe di Lampedusa

vassalloLo scorso 22 settembre, Giuseppe Vassallo, consigliere comunale di Erice del P.S.I formulava in sede di consiglio comunale un’interrogazione orale al Sindaco Tranchida, al fine di conoscere se l’amministrazione avesse intenzione di collocare appositi dossi dissuasori al fine di ridurre la velocità dei veicoli in transito in via IV Novembre (Erice) ed apposita segnaletica stradale (orizzontale e verticale) all’altezza dell’incrocio successivo alla predetta via. Ciò in considerazione del fatto che la via IV novembre è transitata da veicoli e motoveicoli ad alta velocità( spesso teatro di sinistri  stradali).
Sempre in tale data (prot. 38880) una nutrita serie di cittadini residenti protocollavano apposita petizione indirizzata al sindaco, al Presidente del consiglio ed al comandante della Polizia municipale di Erice con la quale chiedevano con forza la collocazione dei dossi
rallentatori in asfalto o materiale similare nella predetta via.[su_spacer]

Ad oggi -riferisce Vassallo-, tranne la segnaletica di stop collocata all’incrocio tra la via IV novembre e l’intersezione incrociale successiva, non si hanno notizie ufficiale circa la collocazione dei dossi anzidetti!”[su_spacer] 

Lo scorso 4 marzo Vassallo formulava in sede di consiglio comunale un’altra interrogazione orale al Sindaco Tranchida al fine di conoscere se l’amministrazione avesse intenzione di collocare appositi dossi dissuasori al fine di ridurre la velocità dei veicoli in transito in via Principe di Lampedusa  (Erice).
Ciò in considerazione del fatto che la via Principe di Lampedusa è transitata da veicoli e motoveicoli ad alta velocità (spesso teatro di sinistri stradali).
In tale data diversi cittadini lì residenti protocollavano (prot. 10021) apposita petizione indirizzata al sindaco al Presidente del consiglio ed al comandante della Polizia municipale di Erice con la quale chiedevano con forza la collocazione dei dossi rallentatori in asfalto o materiale similare nella predetta via.[su_spacer]

Dopo un sopralluogo voluto dal consigliere di concerto con il comandante della Polizia municipale (Ing. Catania) alla presenza di alcuni cittadini li presenti, il comandante riteneva
necessario collocare un paio di dossi dissuasori poiché in effetti il tratto di via Lampedusa è potenzialmente pericoloso a causa dell’elevata velocità che possono raggiungere i motoveicoli che transitano la via. (ma per problemi economici dell’Ente al momento non
si potevano collocare i dossi.) [su_spacer]

Nel silenzio più assoluto Vassallo in data 24 maggio 2016 inviava email al sindaco Tranchida con la quale reiterava la richiesta di collocazione dei dossi in via Lampedusa facendo notare, a seguito di apposita segnalazione,  “che stava per scapparci il morto (un bimbo) che per miracolo, con l’aiuto dei genitori sfuggiva ad un motoveicolo che transitava la predetta via ad altissima velocità!! Ad oggi nessuna risposta! Amministrazione Latitante! Obbligo di qualsiasi istituzione pubblica preposta al governo della città è tutelare la salute e l’incolumità pubblica dei propri cittadini!”

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *