Il consigliere Spagnolo interroga l’amministrazione comunale sugli interventi da attuare per prevenire l’erosione della costa.
“Siamo un Comune cui la natura ha donato delle belleZze uniche al mondo: la spiaggia in città.
Su quel tratto di appena 1 km si sviluppa una importante economia, perno fondamentale per l’economia del ns Comune e non solo in quanto ogni estate la stessa accoglie migliaia di persone” – Commenta il consigliere Giuseppe Spagnolo che continua dicendo – 
“Oltretutto centinaia di persone riescono a sbarcare il lunario, nei mesi estivi,  grazie a tutti quegli imprenditori del settore turistico ricettivo che hanno investito in quel km baciato dalla natura.
Ricordate la spiaggia di San Giuliano 20 anni fa ? Ecco! Provate ad immaginarla fra 10 anni.
Attraverso delle immagini aerofotogrammetriche, è stato calcolato un ammanco di almeno 15 mt di spiaggia in soli 10 anni.
Una catastrofe annunciata !
Il Comune di Erice, nel gennaio di quest’anno, è dovuto intervenire con lavori di ricollocazione della sabbia depositata ai bordi delle strade, sborsando ben 12.000€ all’impresa che ha eseguito i lavori; soldi che, una volta trovata una soluzione a tale problema, potrebbero essere investiti in servizi per il cittadino.
Questa stagione balneare ha fortemente  penalizzato  alcuni operatori del settore balneare i quali sono stati costretti a fare a meno di 2 file di ombrelloni per l’arredamento abbastanza visibile  della costa, con tutto quello che ne consegue in termini di bilancio aziendale e quindi occupazionale.
Da lì la proposta del sottoscritto di istallazione momentanea e per i soli mesi invernali dei pannelli di plexiglas trasparenti, che possano contenere il fenomeno di dispersione della sabbia, che una volta depositata sulla sede stradale non tornerà più nella sua collocazione naturale; questo può certamente prevenire o quantomeno rallentare  tale problema in attesa di una soluzione definitiva.
Altro aspetto preoccupante è che tale fenomeno è certamente  un’insidia stradale che mina l’incolumità di tutti coloro che transitano su quel tratto di strada soprattutto su mezzi a due ruote.
Occorre un intervento immediato!
Nell’attesa che i Comuni facenti parte dell’aria vasta possano portare avanti iniziative in tal senso,  mi auguro che il Comune di Erice possa fare la sua parte per evitare che fra qualche anno la spiaggia di San Giuliano possa diventare solo un ricordo mettendo in serio pericolo  oltre che le caratteristiche che fanno della ns spiaggia una delle spiagge più belle al mondo, anche il livello occupazionale che si traduce  in  economia per il ns territorio.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.