Il 20 giugno è la Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR), istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Da allora in tutto il mondo sono cresciute sempre più le occasioni per celebrare questa ricorrenza e oggi sono decine e decine le iniziative territoriali realizzate anche in Italia. Obiettivo di questi eventi è quello di comunicare e diffondere il diritto di asilo, le esperienze territoriali di accoglienza dei progetti Sprar e le storie e la condizione in Italia di richiedenti e titolari di protezione internazionale, verso una nuova narrazione dell’accoglienza, lontana da luoghi comuni e stereotipi.

In provincia di Trapani, la rete “I colori del mondo” che comprende i centri Sprar dei comuni di Marsala (ente capofila), Paceco, Castellammare, Buseto Palizzolo, Salemi, Custonaci, Vita ed Alcamo gestiti dal Consorzio Solidalia, ha organizzato una serie di iniziative in tutto il territorio.

Lo scorso 14 giugno, lo SPRAR di Paceco in collaborazione con il Comune, ha aperto le porte ai visitatori per far conoscere la realtà del proprio progetto di accoglienza. Per l’occasione i migranti e gli operatori hanno organizzato un tè multietnico, un area beauty, degustazioni e altre attività.

Oggi 18 giugno Marsala celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato con l’iniziativa “Un posto nel mondo”, evento organizzato dallo SPRAR col patrocinio del Comune di Marsala e da una rete di associazioni locali. La giornata inizia alle 10 allo Stadio Municipale con un “torneo di cricket per i profughi e i rifugiati”. Al Complesso San Pietro, alle 17, gli stand delle associazioni. Alle 18 dibattito sul tema: “Un posto nel mondo” con testimonianze di richiedenti asilo. Alle 19 una sfilata di abiti realizzati con materiale riciclato da un richiedente asilo e l’estemporanea di ricamo “fili oltre i confini” a cura dell’associazione “Riscopriamo il ricamo”, alle 21 musica con il concerto di Mario Incudine dal titolo “Anime Migranti”.

Il 20 Giugno le iniziative si spostano a Buseto Palizzolo, con una giornata ricca di eventi all’interno del locale SPRAR (via Roma 58/A) fra stand di cucina etnica, di prodotti agroalimentari locali, proiezioni di video per raccontare alla comunità il progetto territoriale Sprar e i suoi protagonisti, esercizi ritmici ed esibizioni musicali. Il tutto con la partecipazione dei beneficiari e degli operatori del centro Sprar, l’Amministrazione Comunale, istituzioni e associazioni locali.

Presso lo SPRAR di Vita (viale Valle del Belice 8) le iniziative si terranno il prossimo 23 giugno, con un’amichevole di calcio, un aperitivo multiculturale e musica. Il tutto grazie alla collaborazione con le istituzioni locali e l’ASD Vita. Sempre il 23 giugno, porte aperte anche allo SPRAR di Custonaci (via Scurati 32), con laboratori di cucina multietnica, proiezione di video e l’esibizione del coro parrocchiale “Et Erocustos” del santuario Maria SS di Custonaci e della parrocchia di S. Giuseppe. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con i beneficiari e gli operatori del centro Sprar di Custonaci, l’Amministrazione Comunale, la parrocchia ed altri operatori locali.

Il 28 giugno l’evento “L’Italia che accoglie, persone in movimento” si terrà in Piazza Ciullo ad Alcamo. Organizzatori: il Centro Sprar Marsala/Alcamo, il Cas “Miramare” gestito dal Consorzio Solidalia, l’Associazione Castello Libero di C/Mare del Golfo, l’Associazione Bengolab di Alcamo, l’Associazione Cittattivarsi di Alcamo. In programma: musica dal vivo a cura del gruppo musicale “Mittelband”; una Mostra fotografica a cura dell’Associazione Castello Libero, un aperitivo interculturale, tavoli creativi a cura dell’Associazione Cittattivarsi. Inoltre gli ospiti dello Sprar e del Cas insieme ad altri attori locali, saranno protagonisti di una rappresentazione teatrale a cura dell’Associazione Bengolab e di una sfilata etnica.

Le stesse iniziative in programma ad Alcamo si svolgeranno anche a Castellammare del Golfo. Con un evento in programma il prossimo 6 luglio 2017, presso Villa Margherita. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.