Giuseppe Marascia, 48 anni, avvocato civilista, potrebbe essere il candidato sindaco per la lista civica “A Misura d’Uomo” qualora la stessa, verificata l’impossibilità di individuare negli altri candidati un garante del proprio Programma politico, decidesse di proseguire senza alcun apparentamento il proprio percorso elettorale.

Marascia, che vanta una sola piccola esperienza elettorale – presente alle regionali 2012 nella Lista “Rivoluzione Siciliana” dove ha ottenuto 264 voti – è tra i fondatori, assieme al prof. Leonardo Todaro, lo psichiatra dott. Gabriele Tripi e il blogger Natale Salvo, del movimento civico “A Misura d’Uomo”.

La famiglia Marascia, tuttavia, non è nuova alla vicende politiche trapanesi. Il padre, Antonino Marascia, fu consigliere comunale dal 1980 al 1990, per due legislature, nelle fila della Democrazia Cristiana, rivestendo anche, incarichi assessoriali: prima assessore ai Lavori Pubblici, Ville, Urbanistica e Cimitero a cavallo fra il 1981 e il 1982, sotto la sindacatura dell’on. Enzo Occhipinti e quindi assessore ai Servizi demografici ed al Personale, a cavallo fra il 1988 ed il 1989, sotto la sindacatura del prof. Enzo Augugliaro. In Giunta con lui, in quei periodo, anche nomi ancora noti quali Nicolò De Caro (all’epoca PSI), l’attuale presidente del Consigio Giuseppe Bianco (PSI), l’attuale consigliere Vito Mannina (PSI), Carlo Barbera, padre dell’attuale consigliere Ninni Barbera (PSI), Salvatore Ferrante (DC), padre dell’attuale consigliere Domenico Ferrante.

La riserva di “A Misura d’Uomo”, che nel frattempo sta riscuotendo nuove adesioni, tuttavia, sarà sciolta entro fine del corrente mese di gennaio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.