Grignano :”Che Tranchida decida in che squadra stare”

Di seguito la nota integrale del consigliere comunale Grignano:

Apprendo dalla stampa dell’endorsment di G.Tranchida a Mimmo Fazio che non rappresenta una novità per i rapporti politici ormai affiatati da tempo.

Rimango basito dalle sue dichiarazioni, ma comunque lo ringrazio perché permette per la prima volta di giocare a carte scoperte, non solo sulle amministrative, ma sugli equilibri del partito democratico in questa parte della provincia.
Appare al quanto singolare che un iscritto al partito democratico vada alla ricerca di soluzioni alternative all’unica candidatura del PD a Trapani.
Una scivolata in piena regola per il sindaco di professione Tranchida che mentre ad Erice condiziona la nascita di una coalizione larga di centro sinistra insieme ai socialisti, che avrebbe dato certezza di vittoria a primo turno, si preoccupa a Trapani di sponsorizzare pezzi di centro destra che, se pur potabili, non rappresentano le scelte del popolo dei democratici Trapanesi.
Che sia chiaro, mai nessun veto da parte mia sulla possibilità che altri non appartenenti alla nostra storia potessero fare un percorso politico comune, stupisce che a sponsorizzarlo è proprio chi soffrendo di vuoti di memoria, forse dimentica di aver occupato prima l’aula consiliare in sostegno del Prefetto Sodano e successivamente di avergli conferito la cittadinanza onoraria ericina, per colmare le lacune di un altro collega sindaco e suo rinnovato alleato che subì il diktat del suo padrino politico, il tanto osteggiato Sen. D’Ali.


Capisco la necessità del mio amico Giacomo di proseguire in qualche modo la sua carriera politica essendo per lui una professione ormai, ma arriva un momento nella vita dove bisogna decidere se è il caso di cambiare squadra.
Pertanto pare ormai inevitabile un chiarimento di cui mi farò portatore in sede di partito a tutti i livelli, per sgomberare il campo da ambiguità sulla linea politica che tutti gli iscritti devono rispettare in quanto frutto di scelte di organismi democraticamente eletti.
Mi auguro che queste mie preoccupazioni siano prive di fondamento e invito il mio amico Giacomo, cosi come dovrebbero fare e faranno tutti i dirigenti di partito, a dare il proprio contributo da capolista in una delle liste a sostegno di Pietro Savona.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *