JE SUIS ……NINNI RAVAZZA !!!!!!!! I colleghi di Ravazza hanno deciso di intervenire

Non solo Ninni  Ravazza, ma anche la quasi totalità dei dipendenti comunali ha raccolto la sfida lanciata dal giovane candidato Rizzi contro i dipendenti comunali minacciati, in caso di sula elezione, di “farli rigare dritti”. Il tutto, forse, alla ricerca di visibilità elettorale.

Offesi per quelle parole nella loro dignità, dopo un primo momento di riflessione, increduli per tanta gratuita violenza verbale, si sono detti che non potevano rimanere inerti, dovevano reagire. A precederli era stato un loro collega: Ninni Ravazza, dipendente comunale, ma anche giornalista molto noto , scrittore di libri sul tema della sua grande passione:mare e tonnare. Ravazza non si è lasciato intimidire, ha risposto per le rime, ha anche chiesto l’intervento dell’Amministrazione comunale e della Magistratura. E l’Amministrazione Comunale è intervenuta a difesa dei suoi dipendenti anche per verificare gli aspetti legali di quelle improvvide dichiarazioni.

Non si è fatta attendere la controreplica di Rizzi, un abituè di denunce alla magistratura, che ha confermato parola per parola le sue esternazioni e, addirittura, ha minacciato di denunzia Ravazza.

A questo punto i colleghi di Ravazza hanno deciso di intervenire con un comunicato che sull’esempio di quanto successo anni orsono, per una nota vicenda , si conclude con l’invito a Rizzi di querelarli tutti sentendosi un’unica cosa con Ravazza. Lo farà?

Ecco il documento che sta girando per gli uffici del comune capoluogo:

JE  SUIS ……NINNI RAVAZZA !!!!!!!!

Un giovane candidato alle prossime consultazioni elettorali, alla ricerca di facili consensi, ha trovato  nell’ormai abituale “crociata” contro il dipendente pubblico – in questo caso  dipendente comunale-  il suo lancio elettorale. Così, con un farneticante comunicato, annuncia che appena varcherà la soglia di Palazzo D’Alì  metterà “tutti in riga”.

Il collega Ninni Ravazza, purtroppo il solo, sentendosi giustamente leso nella sua dignità di lavoratore, ha risposto alla minaccia respingendola con forza e chiedendo l’intervento dell’Amministrazione Comunale e, se si ravvisano gli estremi, della Magistratura.

Il giovane candidato, invece di riflettere e chiedere scusa, ha ritenuto opportuno replicare ribadendo punto per punto il suo “pensiero” e aggiungendo una nuova minaccia : adire le vie legali nei confronti di  Ninni Ravazza.

Riteniamo doveroso informare il giovane Rizzi che noi dipendenti dei Servizi Comunali ci riconosciamo e concordiamo pienamente con quanto espresso da Ravazza : CI QUERELI TUTTI !!

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *