Roberta Prestigiacomo è una cantautrice originaria di Trapani in notevole ascesa nel corso degli ultimi tempi. L’artista ha scelto di tornare in grande stile con ben due nuovi album. Il primo si intitola Vulissi Essiri Jo ed è in dialetto siciliano, mentre il secondo è Cigno ed è in lingua italiana. Entrambi i lavori saranno disponibili presso le principali piattaforme di streaming: 7 Digital, Amazon Music, Anghami, AWA, Boomplay, Claro música, Deezer, Facebook Rights Managerl, Google, Play, Gracenote, iTunes, Jaxsta, JioSaavn, Kkbox, NetEase Cloud Music, Pandora, Resso, Rhapsody/Napster, Shazam, Spinle, Spotify, Tidal, TikTok, Xiami Music, Yandex, YouTube Music, Zvooq

La cantante trapanese può vantare una carriera di assoluto rilievo. Dopo aver esordito in un coro gospel a livello locale, inizia a cantare all’età di soli 15 anni e si appassiona alla chitarra. Due anni dopo, vince il premio della critica al prestigioso Premio Poggio Bustone. Un palcoscenico molto importante, che le fa da trampolino di lancio per un percorso artistico in costante ascesa. Suona spesso insieme ad Adriana, la sua sorella minore con vocalità tipica mediterranea. Le due sorelle suonano prettamente rock e folk e si ispirano ad artisti del calibro dei Subsonica, di Elisa, Gianna Nannini, Manuel Agnelli, Tracy Chapman e Le Vibrazioni, senza dimenticare il classic rock.

Suona insieme alla band degli Ardea, con i quali vince il festival Musicily. Quindi, il 2009 è l’anno della nascita dei Mechanical Doll, gruppo che canta in lingua inglese che gli permette di conoscere il compositore Salvatore Cusenza. Nel frattempo, Roberta studia canto jazz presso il conservatorio di Trapani e si accosta al folk, entrando in contatto con l’ex chitarrista di Pino Daniele, Sasà Flauto. È proprio grazie a questa collaborazione che la cantautrice prova l’Erasmus a Bucarest e prende parte alla fiera Expo 2015 di Milano. Roberta e Adriana Prestigiacomo hanno anche lavorato in studio insieme al cantautore Giuseppe Jaka Giacalone, oltre ad aver composto vari brani per spot pubblicitari.

Tornando a parlare dei suoi due nuovi album, Vulissi Essiri Jo è formato da nove brani ed è edito dall’etichetta Edizioni Satta Records, con la distribuzione curata da Dogma. Scaturisce da una ricerca musicale di oltre un decennio, con la produzione curata proprio da Sasà Flauto. I brani sono stati incisi e masterizzati all’interno del Sunrise Studio, a Roma. Si contraddistingue per un’atmosfera intensa, semplice, minimale, ideale per porre in evidenza la voce stupenda della cantante trapanese. Chi ascolta questo disco può immergersi in un viaggio a metà strada fra tradizione e innovazione, con la capacità di restare sempre al passo con i tempi.

Per quanto riguarda il progetto Cigno, Roberta mostra ancora una volta di che pasta è fatta anche in lingua italiana. L’album è stato accompagnato dal singolo Labirinti di parole, coadiuvato da un videoclip girato a Custonaci (TP), presso Villa Zina. Il lavoro è stato realizzato da Francesco Siro e Tancredi Bettio, con post-produzione ed effetti speciali di Nadia Manco, scenografia di Rosaria La Rosa e soggetto e sceneggiatura proprio di Roberta Prestigiacomo. Nel frattempo, il brano in dialetto siciliano Vattinni è stato scelto dalla drammaturga di Marsala Luana Rondinelli come conclusione ideale per lo spettacolo teatrale Taddarite. Un altro riconoscimento importante per un’artista in notevole crescita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.