Anni fa ,nel dicembre del 2013 pubblicai un mio pensiero sulla Nuova e Grande Città’, lanciando la proposta ”GC”.

Ebbi modo di parlarne con alcuni che ritenevo potessero essere validi,seri e generosi interlocutori o meglio portatori .

Poco importa il riconoscimento della paternità. L’importante era ed è iniziare.

Ecco in sintesi,estrema sintesi, l’ipotesi ”GRANDE CITTA’

L’annoso problema dei confini tra Trapani ed Erice  affascina poco  perchè lo ritengo abbastanza noioso vecchio,obsoleto  e non risolutivo.

Parto dal presupposto che bisogna sempre pensare in modo ampio ed al passo coi tempi.

Ogni vecchio stato oggi è regione d’Europa e invece c’è chi pensa ai confini di due paesotti.

Va immaginato,invece, un nuovo comune che comprenda ,almeno , Trapani, Erice, Paceco ,Valderice(circa 130.000 abitanti)   Lo stesso vale per gli altri comuni con capofila Marsala, Mazzara , Alcamoi e  San.Vito.

 Riduzione dei comuni,Nuove  città con una denominazione appetibile, che apra subito le porte dell’Europa.

Fa sorridere la tenera proposta di nuovi minuscoli comuni (misiliscemi, ad esempio).

Per ciò sarebbe utile la costituzione dell’ ’ALTA  AUTORITA’ PER Le NUOVE CITTA’, agile ,operativa.

 A tal fine,  i  sindaci , gli attuali consessi comunali , le segreterie  dei partiti, dovrebbero  sottoscrivere un impegno d’onore dal quale risulti la disponibilità al  progetto de ‘’la nuova città”.              

 L’alta autorità, coordinata e presieduta da  una persona preparata,generosa,filantropa  e seria . L’alta autorità si avvarrebbe di volontari qualificati e quindi potrebbe essere  così composta da persone capaci,aperte  e competenti    oltre a:sindaci,segretari comunali, comandanti vigili urbani  ,   delegato Airgest,  Funierice, Ustica lines, Eas,altri da individuare per le competenze.                                                                                        

Tante le incombenze preliminari dell’Autorità come, ad esempio,  documentare le economie, i vantaggi per il territorio e per i cittadini, il miglioramento dei flussi finanziari provenienti da Regione,Stato, Europa, spiegare il perchè delle nuove città, un documento informativo da consegnare a tutti i cittadini coinvolti, enucleando  i vantaggi contrapposti alle situazioni attuali.

basti pensare ad un sistema integrato ed unico per il trasporto urbano, per l’immondizia, per le attività culturali, per corpo vigili urbani, per la scuola dell’infanzia,ad un solo consiglio comunale,e tanto altro.

Questa autorità potrebbe : predisporre tutti gli atti e quanto necessario per procedere alla creazione dei  nuovi comuni (atti deliberativi per i consigli comunali, statuto nuovo comune, valutando la possibilità di una roteazione dei vicesindaco  riconoscendo così ad ogni ex comune un ruolo significativo e di rappresentanza. 

Ma prima di ogni cosa Invitare i cittadini a iscriversi al sito dell’ ALTA AUTORITA’ in modo da poterli coinvolgere in tempo reale sulle tematiche di cui prima, attivando una sorta di  costante referendum consultivo.

Aria fritta ? no. Penso che lo sia,invece, la meschina problematica dei confini così come ad oggi NON affrontata.”

 – Peppe Bologna – 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.