Un incontro atteso, quello di ieri tra la Sindaca di Erice Daniela Toscano e la sua giunta. Certo non era quella che lei aveva nominato, qualche nome nuovo, qualche sedia vuota, ma l’emozione della Toscano è stata la stessa. Dopo mesi di lontananza, costretta dalla magistratura a non poter mettere piede a Erice e Trapani; costretta dalla legge Severino a lasciare l’incarico ha potuto mettersi alle spalle tutte quelle traversie. Sia chiaro, rimane ancora indagata e probabilmente sarà un processo a definire con sentenza tutta la vicenda, ma la stessa magistratura ha deciso che può tornare ad esercitare il suo ufficio revocando il provvedimento di divieto.

La Sindaca di Erice, superata l’emozione, dopo i ringraziamenti di rito agli assessori, soprattutto, al vicesindaco Mauro, si è fatta relazionare sullo stato delle cose e…..insomma, si è subito messa al lavoro. Dovrà, soprattutto, riprendere il problema della difesa dal Covid che purtroppo a Erice, nelle scuole, sta lasciando qualche brutta traccia.

Poi c’è da superare il problema politico. Lo scoglio più duro è quello della mozione di sfiducia che l’opposizione, a cominciare dai cinque stelle, aveva annunciato di voler presentare già ancora prima che la magistratura intervenisse. C’era un problema di numeri, alcune indiscrezioni “raccontano” che il problema è stato superato grazie all’adesione dei due consiglieri di Cives Bruna Arceri e Michele Cavarretta. Cosa farà il PD ? è l’interrogativo da sciogliere. L’indomani dell’allontanamento da Erice della Sindaca, la sezione del PD ericino prese una qualche distanza, l’assessore Simonte si dimise dall’incarico. Parole di solidarietà piena le arrivarono solamente da qualche dirigente valdericino, a cominciare dall’on. Camillo Oddo. Oggi? Ancora non si sa in caso di presentazione della mozione di sfiducia quale sarà la loro scelta. I si dice fanno riferimento a qualche mal di pancia che ha il nome di Agliastro da tempo, ancora prima dell’inchiesta, insoddisfatto della gestione Toscano. Anche l’altra consigliera Daidone aveva firmato con Agliastro un documento che prendeva le distanze dalla maggioranza e addirittura dal PD che si era riappacificato con il PSI, oggi però il solo Agliastro, secondo i si dice, potrebbe firmare e addirittura votare la mozione.

                                                                            Aldo Virzì

Leave a Reply

Your email address will not be published.