Ed anche quest’anno è andata. Un percorso fantastico, ricco di immagini nuove, diverse, belle.

E, si riparte.

Giorni fà, un mio giovane amico – Gaspare – mi ha chiesto perchè io l’avessi tanto con la ”processione dei misteri”. Non è così, risposi, mi sarò espresso male e chiarisco.

La processione dei misteri, per me, è un evento con destinatari e molteplici interessi diversi.

In primis i devoti, ai quali hai poco da dire, per loro la processione è parte della loro esistenza, ed il “cappellaio matto” ne sa qualcosa!

Ma badate bene io mi riferisco ai ”devoti puri” non a quelli che con la processione si comprano appartamenti.

Penso però che l evento si rivolga anche ma non solo a loro.

La processione dei misteri è un elemento di attrazione turistica, anche se per me i turisti non son quelli di Castelvetrano o Marausa.

La domanda che mi porgo spesso è: La forte attrazione turistica che ad oggi c è stata?.

Occorrono tante piccole cose per renderla Grande, Maestosa e produttiva e sicuramente  non può e non deve  essere l’occasione di duelli più o meno verbali, barbarizzando l evento.

L’alto ruolo delle maestranze potrebbe esser affiancato da una autority, garante di equilibrio, di stimolo, di programmazione e sviluppo. Un ente, insomma, che guardi oltre il proprio naso…  .

-Se andassi al mare a Rimini, facendo il bagno rischierei di “sporcarmi”, ma riuscirebbero a farmi pagare 20 euro di servizi, mentre, nel nostro territorio, si consente di sporcare il mare a gratis.

E non funziona.

E così vale per I misteri . Se vado in un qualsiasi museo,PAGO ? SI.

E perchè non si dovrebbe far pagare per ”vedere” i misteri, per assistere a ”la processione”?

Da tanto tempo suggerisco  transennamenti e di collocare delle tribune, con posti a sedere, a piazzetta Purgatorio, a piazza Vittorio, a piazza Gen Scio. Posti riservati a pagamento e con prenotazione.  Siam troppo meschini quando  sottovalutiamo  i nostri eventi, i nostri beni, considerandoli non competitivi.

A Siviglia, per la famosa processione, si paga e tanto.

Inoltre La processione dovrebbe anche realizzarsi a metà settembre, a ridosso del couscous fest, ed il giorno delle ceneri, finalizzata ad un incremento turistico ulteriore.

 Mi è stato obiettato che non c è venerdi Santo in settembre . Inventiamoci qualcosa  in modo garbato e cioè :

I misteri possono cambiar sede? Si.

Pertanto  a settembre, con la scusa del cambio sede, potrebbero  trasferirsi,lentamente,in processione, alla Chiesa di  San Pietro (ad esempio). Identica operazione  nel giorno delle ceneri (per esempio), per rientrare alla chiesa del purgatorio.

Immagino questi ”trasferimenti’brevi ‘ dalle 19  per giungere a destinazione entro la mezzanotte

Son tutte cose facilmente fattibili e di una forza attrattiva che anche un cretino, come me, comprende.  Pensiamoci su .

Concludo con un dilemma: nella processione dei Misteri  cosa prevale il sacro o il profano?

 Peppe Bologna

-N.B. –

Il punto di Peppe Bologna, che siamo lieti di ospitare, corrisponde al pensiero del suo autore e  non obbligatoriamente

alla linea editoriale della redazione del giornale.

f.to Il direttore responsabile

Leave a Reply

Your email address will not be published.