Le amministrative di Erice si tingono sempre più di rosa. Tra i nomi dei candidati alla carica di consigliere comunale figura, infatti, anche quello di Valentina Villabuona. Originaria del partito “Democratici di Sinistra”, è approdata al PD nel 2014, dopo la breve parentesi tra le fila di “Sinistra e Libertà”. Attualmente attiva nella segreteria comunale del PD ericino, ha deciso di dare nuovo vigore alla sua carriera politica proponendo la propria candidatura a consigliere comunale di Erice in vista delle prossime amministrative. Avvocato di professione, Villabuona ha sposato la causa politica «per passione». «Ho iniziato a 15 anni con l’autogestione al geometra e non ho finito mai», dichiara ai nostri microfoni.

Perché ha deciso di candidarsi al consiglio comunale? «Sono convinta che in questi anni il PD abbia fatto tanto per rinnovare la classe dirigente. Si è puntato ad amministratori giovani. La mia candidatura non va intesa in termini individuali, ma secondo la logica del servizio al partito. Dopo tre anni di impegno nel PD ericino, è giusto che chi vive nel partito metta il proprio impegno al servizio di un progetto, proprio del PD che si candida con Daniela Toscano. E ai fini di tale progetto offro la mia esperienza, maturata in tanti anni di attivismo politico, nel tentativo di portare avanti un gruppo all’interno del consiglio comunale».

Quali sono le sue aspettative in merito alle future elezioni? «Stiamo vivendo una campagna elettorale partita molto presto e che si profila essere ancora lunghissima. Più aspettative, preferirei esprime  l’augurio che si riescano ad accantonare le rivalità di matrice individualistica e che si possa sfruttare il tempo rimasto per maturare un buon programma elettorale. Dal nostro canto, noi del PD puntiamo sulla continuità rispetto al lavoro decennale compiuto dall’attuale amministrazione. Ciò non significa che non ci siano cose che vadano migliorate, per questo punteremo a stimolare la futura amministrazione in vista di un’innovazione nel territorio».

Qual è il suo giudizio in merito ai candidati sindaco a Trapani e ad Erice? «Sosterrò con lo stesso entusiasmo la Toscano ad Erice e Savona a Trapani perché sono candidati del PD e perché ritengo siano le figure più idonee a rivestire la carica di sindaco».

Come giudica le alleanze che aleggiano nel clima elettorale attuale? «Mi sembra che si stiano delineando alcune alleanze anomale che non riesco a giustificare dal punto di vista contenutistico. Un’alleanza politica dovrebbe ragionare su progetti di interesse collettivo e non su singoli argomenti veicolati da personali individualismi. Dovremmo parlare di temi concreti, come quelli affrontati ne “L’officina delle idee” di Pietro Savona, iniziativa che reputo molto bella perché concentrata sui contenuti, non sulle alleanze».

Leave a Reply

Your email address will not be published.