Secondo appuntamento della Rassegna Culturale di Musica e Libri “Loft Cultura”, organizzata dall’Associazione Culturale ‘Ciuri’ con il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – del Comune di Marsala e del Parco Archeologico Lilibeo Marsala, martedì 3 agosto alle ore 19 nel Giardino storico del Museo Archeologico  Lilibeo-Marsala.  

Protagonista dell’incontro sarà Giorgia Butera, che presenterà il suo nuovo libro dal titolo ‘Terra promessa. Storie di civiltà e migrazioni’, con prefazione di Nello Scavo e un contributo di Emergency.   

‘Terra Promessa’ è un testo che tratta di un’umanità dimenticata. Attraverso racconti ed esperienze personali si pone  l’obiettivo di scuotere le coscienze e sensibilizzare i media, tutte le istituzioni e tutti gli uomini e le donne di coscienza affinché il salvataggio delle vite in mare e una vita adeguata e decorosa sia garantita ad ogni essere vivente. Giorgia Butera, che ha scritto il libro assieme alla giornalista Tiziana Ciavardini, si mette in ascolto di tutti i punti vista: le istituzioni, i tribunali, le Ong, i media, ma anche il sentire dell’opinione pubblica sui social network, dove la migrazione è uno dei temi più discussi e divisivi. Ciò che restituiscono le due autrici  è il quadro aggiornato della situazione oggi, un’accurata analisi socioantropologica e una toccante prospettiva a più voci della fuga forzata dall’inferno libico, dallo Yemen, e tanti altri luoghi, per comprendere cosa significhi lasciare la patria e la famiglia per la Terra Promessa, dove si spera di lasciare la miseria.   

Giorgia Butera, Sociologa della Comunicazione, Scrittrice ed Advocacy, dal 2014 è Presidente della Comunità Internazionale “Sono Bambina, Non Una Sposa”. Dal 2015 è Presidente di Mete Onlus. Dal 2019 è Presidente dell’OIDUR – Osservatorio Internazionale Diritti Umani e Ricerca. E’ stata insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per il suo impegno internazionale a difesa dei Diritti Umani. Il suo penultimo libro al titolo “Hijab. Il Velo e la Libertà”, nel novembre scorso ha vinto il Premio Franco Giustolisi 2020 – sezione saggistica per opere edite.  L’importante  riconoscimento è stato dedicato a Nasrin Sotoudeh, l’avvocatessa iraniana divenuta nel tempo icona mondiale per la lotta alla negazione dei diritti umani, condannata ad una pena significativa, e dal 2019 Cittadina Onoraria di Palermo.    

Ininterrotta l’attività di Gorgia Butera da Presidente di Mete Onlus: in occasione della Giornata Internazionale contro l’uso dei Bambini Soldato, che ricorre annualmente il 12 febbraio, con il Patrocinio della Lega Pro, ha presentato “Peaceful World and Human Rights” – Short Film, con l’obiettivo di far partire dallo Stadio di Calcio della Città di Palermo un Messaggio di Pace, Uguaglianza e Stop ai Bambini Soldato diffuso attraverso il linguaggio universale dello Sport.  Il preludio è stato affidato a Yousif Latif Jaralla (Regista Cantastorie Iracheno), per narrare di guerra, abusi e bambini, con una carezza finale a Fortuna, la bambina di Caivano (in provincia di Napoli) morta qualche anno fa in maniera tragica, dopo aver subito violenze.   Con Mete Onlus la Butera ha dato vita anche a “Dipende da Te” – Campagna di Prevenzione Oncologica.