Da stamattina Ettore Morace, figlio del patron della Liberty lines è tornato ad essere un uomo libero. I magistrati di Palermo e Trapani che si occupano dell’indagine, che ha visto coinvolto il Morace e la compagnia di navigazione creata dal padre, hanno emesso in accoglimento dell’istanza dei difensori il sospirato provvedimento della remissione in libertà dopo oltre cinque mesi di carcerazione. Morace  da qualche tempo era agli arresti domiciliari nella sua residenza di Messina.

I fatti della clamorosa indagine che nel maggio di quest’anno ha avuto per protagonisti l’amministratore della compagnia di navigazione, l’ex sindaco di Trapani Girolamo Fazio, un sottosegretario del governo Gentiloni, la senatrice Simona Vicari poi dimissionaria, e altri personaggi minori sono noti anche per le refluenze che hanno avuto nella campagna elettorale che si stava svolgendo per l’elezione del Sindaco e del consiglio comunale del capoluogo.

Dopo mesi il personaggio Morace, che aveva sempre tenuto un profilo basso durante l’indagine era passato in secondo piano e la compagnia, che sembra non aver risentito dell’indagine, ha continuato ad operare. Personaggio principe era diventato l’ex sindaco ed ex deputato Girolamo Fazio, sia per il suo comportamento nei confronti della città alla quale, con le sue “astuzie” politiche ha “regalato” un commissariamento non permettendo l’elezione del Sindaco, sia per un atteggiamento quasi di sfida con la magistratura che lo indaga ma anche per quella clamorosa e recente decisione, questa è l’accusa, di tentare la fuga dall’ Italia. Così, mentre ancora si attende  il pronunciamento della Cassazione alla quale hanno fatto ricorso i suoi legali per scongiurare il provvedimento di ritornare agli arresti domiciliari, Fazio continua ad avere inibita la presenza a Palermo ma anche fuori dall’Italia essendogli stato ritirato il passaporto.

La detenzione di Morace è stata lunga, molto oltre se confrontata a quella di Fazio e in ambienti  vicini all’imprenditore non se ne comprendevano tutte le ragioni. Oggi però è arrivata la decisione positiva; quali i motivi che hanno convinto i Gip dei due tribunali non sono al momento noti. Un fatto sembra accertato, nato da un episodio di cronaca riportato dalla stampa. Ci riferiamo all’allontanamento, voluto dalla signora Anne Marie Collart Morace – moglie del comandante Vittorio Morace, padre di Ettore – dell’ex Sindaco Girolamo Fazio dalla tribuna dello stadio dove era in corso una partita del Trapani calcio, società di proprietà dei Morace. Quell’allontanamento, molto simile ad una vera e propria cacciata,  fatta in pubblico perché  tutti potessero vedere ha un solo significato: la distanza tra i Morace e Fazio. Sembrava un’amicizia indissolubile, ma forse una delle due parti ha compreso di essersi affidata a persone sbagliate.

L’indagine è attualmente ancora in corso e non è detto che non possa riservare altre sorprese.

 

A.V.

Leave a Reply

Your email address will not be published.