Riceviamo e pubblichiamo: “Si è costituito il Comitato per la Rettifica dei confini dei Comuni di Trapani e Erice e l’unione dei Comuni Elimo-Ericini. Gli obiettivi della riorganizzazione territoriale e amministrativa sono: migliorare la qualità dei servizi ai cittadini,  favorire lo sviluppo economico, sociale, produttivo ed economico di un’intera comunità affine anche per motivi storici, geografici e culturali.

I promotori del Comitato organizzeranno e promuoveranno ogni iniziativa utile e necessaria volta a tutelare il territorio, l’ambiente, la salute dei cittadini attraverso la partecipazione attiva della comunità locale e in particolare a:

organizzare campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di tutti gli organi istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta od indiretta sull’argomento specifico di interesse pubblico;

collaborare con le amministrazioni comunali interessate;

coordinare la propria azione con quella di altri comitati, enti e associazioni che a livello locale, regionale e nazionale perseguono analoghe finalità.

La presente iniziativa rimane aperta senza alcuna restrizione a chiunque altro condivida i principi ispiratori del comitato, che può sottoscrivere il documento per adesione.

I promotori nominano presidente e portavoce del Comitato “Per la Rettifica dei Confini Trapani-Erice”  Silvana Catalano e vicepresidente Gian Rosario Simonte, ai quali vengono conferiti i poteri di rappresentanza del comitato nei rapporti con i terzi. I promotori, altresì, nominano coordinatori con delibera di rappresentanza in materie tecniche e specifiche: 

1. Marcello Maltese  per l’area urbanistica;

2. Vincenzo Maltese per l’area giuridica;

3. Gian Rosario Simonte per l’area tributi e finanze;

4. Giuseppe  Sergi per l’area comunicazione social-media”.