Notte prima degli esami: Ansia, paura, scaramanzia

 Ansia, paura, scaramanzia. Il conto alla rovescia per la prima prova dell’esame di Stato sta ormai per volgere al termine, ma c’è ancora una notte da trascorrere, la più difficile, la notte prima degli esami. Quella notte in cui ansia, timore e riti scaramantici si mescolano, in vista di una delle date che segneranno maggiormente la nostra vita, la maturità. E così, domani mattina la campanella suonerà alle 8.30 per migliaia di studenti in provincia di Trapani, pronti ad affrontare la prima prova, il tema di italiano.[su_spacer]

 

C’è chi andrà a letto presto (o almeno ci proverà), chi ha già deciso che cercherà di distrarsi uscendo un po’, chi passerà la notte sui libri cercando di assorbire più nozioni possibili fino a tardi e c’è anche chi preferisce svagarsi e affidarsi alla scaramanzia. E così, questa sera, come già da qualche anno, circa 400 maturandi trapanesi, per lo più del Liceo Scientifico, si riuniscono in Via Garibaldi, davanti il portone dell’Istituto Superiore V. Fardella per cantare e liberare la mente prima del grande giorno. Evidentemente questo rito è stato di buon auspicio per i loro predecessori. Non sappiamo quale sia esattamente il modo giusto per affrontare questa importante notte, ma siamo sicuramente d’accordo con Socrate, secondo cui “Una vita senza esami non vale la pena di essere vissuta”. In bocca al lupo a tutti!

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/171654959″]

 

 

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *