L’Associazione CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino, plaude all’operazione eseguita dal Comando provinciale della Guardia di Finanza nei confronti dei noti gioiellieri di Trapani Vito, Francesco e Michele Alberti, che secondo l’ipotesi accusatoria avrebbero concesso prestiti di denaro con tassi superiori a quelli previsti dalla legge oltre ad aver svolto abusivamente l’attività di finanziamento senza essere iscritti nell’apposito elenco.

“Per questi fatti-, commentano l’Avv. Manfredi Zammataro Segretario regionale del CODICI Sicilia e Avv. Vincenzo Maltese, delegato per CODICI Trapani,  la nostra associazione si costituirà parte civile iure proprio, e sarà accanto alla pubblica accusa affinché vengano debitamente accertate le responsabilità penali e gli imputati vengano eventualmente condannati alle sanzioni di legge”.

“L’Associazione Codici – concludono Manfredi Zammataro e Vincenzo Maltese-, è sempre stato in prima fila contro l’usura e numerosi sono stati i processi nei quali è stata ammesse parte civile, oltre ad aver sempre portato avanti iniziative per sensibilizzare, aiutare chi a noi si rivolge, e convincere a denunciare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.