Paceco, Davide Spanò nuovo componente della II commissione

Il Consiglio comunale di Paceco ha completato la composizione delle commissioni permanenti, eleggendo un rappresentante del gruppo di opposizione “Insieme per cambiare Paceco” anche nella seconda commissione. Con 10 voti a favore e 2 contrari, l’incarico è stato assegnato a Davide Spanò, che di recente è stato eletto componente pure della prima commissione (con 14 voti favorevoli e 3 contrari) e della quinta commissione (con 14 voti a favore e 2 contrari).[su_spacer]

La designazione per la seconda commissione, è stata decisa dalla conferenza dei capigruppo consiliari, con il sistema del sorteggio tra Spanò e l’altro consigliere di “Insieme per cambiare Paceco”, Margherita Laura Ingardia, allo scopo di superare una situazione di stallo, determinata dall’esito inaspettato del primo scrutinio riguardante la seconda commissione (lo scorso 28 gennaio, il Consiglio ha negato la nomina del capogruppo di “Insieme per cambiare Paceco”, Giovanni Basiricò, con 11 voti contrari a fronte di 7 favorevoli) e dalla fermezza dello stesso gruppo consiliare nel confermare la designazione di Basiricò quale componente della seconda commissione.[su_spacer]

La questione è stata ripresa giovedì scorso (10 marzo), nella prima delle due sedute programmate dalla presidente del Consiglio comunale, Marilena Cognata.[su_spacer]

L’assemblea, riunita per procedere all’elezione di Spanò sulla scorta del sorteggio, ha prima discusso il criterio adottato per risolvere l’impasse, poiché alcuni consiglieri di opposizione, a partire dal gruppo di Basiricò, hanno contestato la scelta del ricorso al sorteggio. Al momento dello scrutinio, dopo circa due ore di dibattito, la seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale ed è stata rinviata al giorno seguente. Venerdì 11 marzo, il Consiglio è tornato quindi a riunirsi, per un quarto d’ora: il tempo di votare ed eleggere Davide Spanò quale componente della seconda commissione consiliare.[su_spacer]

“Abbiamo dovuto fare una seduta in più – sottolinea Filiberto Reina, consigliere di maggioranza che presiede la seconda commissione – perché giovedì, al momento del voto, alcuni consiglieri dell’opposizione hanno abbandonato l’aula, facendo mancare il numero legale (nella seduta di prosecuzione, invece, l’assenza di due dell’opposizione non ha impedito la votazione)”. “Presto, con il nuovo regolamento – aggiunge Maria Grazia Fodale, presidente della prima commissione – questo comportamento sarà evitato, per attuare una politica di risparmio”.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *