Riceviamo e pubblichiamo: Il recente dibattito sull’impianto eolico che potrebbe sorgere a largo di Favignana, ha acceso i fari nuovamente sul mondo dell’offshore e degli impianti logistici a mare. Ecco, pensiamo che offshore voglia dire solo trivelle e piattaforme? Sbagliato! Offshore è tutto ciò che viene costruito od impiantato oltre la terra ferma. Pensiamo che offshore significa inquinamento? Niente di più sbagliato. Pensate che proprio grazie alle tecnologie offshore si possono inferrare cavi per telecomunicazioni, elettricità, acqua potabile nel massimo rispetto dell’ambiente sottomarino e perfettamente sostenibili. 

L’evento promosso da Base Riformista Trapani, una tavola rotonda con relatori di altissimo pregio, discuterà proprio di questo: può un impianto offshore diventare fonte di sviluppo e promuovere la sostenibilità? Noi pensiamo di sì, se il parco eolico di cui si sta discutendo sarà costruito secondo i migliori criteri di scienza e conoscenza attuabili. Il tema riguarda tutta la Sicilia e tutte le vaste possibilità che questa terra offre in questo ambito. 

In Sicilia non offriamo solo territorio ma offriamo anche altissime professionalità che dispongono di un know-how capace di competere in tutto il mondo. Bene parlare di questi temi, bene parlare anche delle professionalità che ruotano intorno a questo settore e che come siciliani dovremmo promuovere cercando di sfruttare i nuovi indirizzi del governo nazionale ed europeo per lo sviluppo di nuovi mestieri legati a sviluppo, sostenibilità e competenza.

All’incontro parteciperanno l’On. Carmelo Miceli e l’On. Alessia Rotta Presidente della Commissione ambiente della Camera dei Deputati, oltre ad esponenti di associazioni ambientaliste tra le quali Legambiente, Greenpeace e Italia nostra e tecnici del settore. 

La tavola rotonda che si svolgerà su zoom venerdì 26 marzo alle 21 si potrà seguire sulla pagina fb di Base Riformista – provincia di Trapani.