La strage di via d’Amelio continua a rappresentare una delle pagine più oscure della storia della Repubblica e tra le più controverse della storia della giustizia in Italia – dichiara il sindaco del Comune di Favignana – Isole Egadi Francesco Forgione – Abbiamo bisogno di verità certe su tutte le zone d’ombra che riguardano settori degli apparati dello Stato e delle classi dirigenti. Per questo non servono commemorazioni rituali, ma un nuovo impulso alla ricerca della verità e all’affermazione della giustizia. Con questo spirito il 19 luglio ricorderemo il magistrato Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Eddie Walter Cosina con un’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Favignana – Isole Egadi”.

Questa sera alle 21.00, presso l’ex Stabilimento Florio di Favignana è in programma l’evento “Per non dimenticare” con la partecipazione dell’attore Claudio Gioè che dialogherà con il sindaco Francesco Forgione, ricordando insieme la figura di Paolo Borsellino avendo come riferimento l’idea del magistrato che “la lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità”. 

L’incontro sarà accompagnato dall’esibizione musicale, di ambito classico e pop, dell’Anemoi sax e del Nunzia Bi Trio, a cura del Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani.