Minacce tramite web, è questo l’oggetto della lettera che il Dott. Giovanni Ravazza, dipendente del Comune di Trapani, scrive a: Sindaco di Trapani, Segretario Generale, ai Responsabili Aziendali e Territoriali OO.SS. Cgil-Cisl-Uil, alla Procura della Repubblica.

Di seguito la lettera integrale:

Allego alla presente copia della pagina web di Enrico Rizzi, sedicente candidato alle elezioni amministrative per il Comune di Trapani, nella quale sono contenute chiare minacce a tutti i Dipendenti del Comune di Trapani (4 marzo 2017).

In particolare il responsabile della pagina web scrive: “Se l’11 giugno i cittadini trapanesi mi faranno entrare dentro il Palazzo Comunale la bella vita per alcuni dipendenti pubblici terminerà in poco tempo. Vi metterò in riga, uno per uno. E’ una promessa”.

Nella qualità di dipendente di ruolo del Comune di Trapani, “messo in riga” esclusivamente da leggi, regolamenti e soprattutto dalla mia etica morale nonché dalla educazione impartitami dai genitori, mi sento offeso e minacciato dalle dichiarazioni dell’aspirante candidato Rizzi, i cui atteggiamenti da uomo del destino richiamano pericolosissimi precedenti.

Al Sig. Sindaco e al Sig. Segretario Generale, nella qualità rispettivamente di legale rappresentante e di massimo esponente della burocrazia dell’Ente presso cui operano i Dipendenti minacciati, chiedo di valutare la opportunità di tutelare – nelle sedi e con le modalità che eventualmente riterranno – la dignità dello stesso Ente e delle persone che vi lavorano.

Alle Organizzazioni Sindacali rivolgo l’invito a porre in essere tutte le necessarie iniziative a tutela della dignità dei lavoratori.

Ritenendo che le minacce rivolte tramite web dal Sig. Enrico Rizzi siano di una gravità inaudita, colpendo indiscriminatamente una intera categoria di cittadini lavoratori, segnalo la circostanza alla Procura della Repubblica per la eventuale valutazione della sussistenza dei presupposti per l’avvio d’ufficio di un procedimento penale nei confronti dello stesso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.