San Vito Lo Capo, arriva l’ordinanza per la raccolta dei rifiuti

A San Vito lo Capo il sindaco Matteo Rizzo affronta l’emergenza e interviene con un’ordinanza urgente per arginare il gravissimo problema dello smaltimento dei rifiuti che sta mettendo in ginocchio tutta la Sicilia occidentale per la chiusura della discarica di Siculiana e la ridotta capacità di quella di Borranea. Dal prossimo 27 luglio nelle adiacenze del campo sportivo entrerà in funzione una sorta di “isola ecologica”, ufficialmente denominata “Centro Comunale di Raccolta” (CCR), dove verranno conferiti i rifiuti “secchi” in attesa del trasferimento nelle discariche. L’ordinanza (n. 15 del 21 luglio) ha carattere contingibile e urgente: “Si tratta di preservare la salute dei residenti e dei turisti, e il decoro del territorio – dice il sindaco Rizzo – La situazione è eccezionalmente grave e non sembra che la situazione a livello regionale sia destinata a migliorare in tempi brevi, per questo è stato necessario agire con un intervento tampone”. Nel frattempo la Giunta Comunale ha approvato un nuovo “Piano di Intervento Comunale per la raccolta differenziata (delibera n. 109 del 21 luglio), “che consentirà una drastica riduzione del rifiuto indifferenziato da conferire in discarica” spiega il sindaco.[su_spacer]

Con l’ordinanza si autorizza, in deroga alle norme vigenti, la messa in funzione del centro di raccolta per un periodo non superiore a quattro mesi, con l’intento di realizzare al massimo la raccolta differenziata, indispensabile per fronteggiare l’emergenza: l’intervento riguarda soprattutto gli esercizi commerciali che smaltiscono la maggior parte di rifiuti costituiti da cartone, carta, verde e ramaglie, ingombranti, imballaggi in plastica, vetro e lattine, e organico.[su_spacer]

“A decorrere dal 27 luglio – si legge nel documento – tutte le attività commerciali di San Vito Lo Capo conferiscano quotidianamente la frazione secca riciclabile del rifiuto urbano e assimilabile (carta, cartone, imballaggi in plastica, vetro e lattine, umido) direttamente presso il CCR sito in zona Campo Sportivo; presso tali utenze sarà altresì effettuata la raccolta porta a porta della sola frazione secco residuo due volte a settimana ed in particolare nei giorni di lunedì e venerdì”; il servizio sarà gestito da RTI Energeticambiente – Terra dei fenici, che già cura la raccolta dei rifiuti.[su_spacer]

Non solo i commercianti, ma anche i cittadini che già pagano la tassa sulla spazzatura potranno portare volontariamente i rifiuti all’isola ecologica del Campo sportivo, pur restando in vigore l’attuale sistema di raccolta: “Con il nuovo piano approvato in Giunta abbiamo anche previsto una premialità per chi pratica la raccolta differenziata – afferma il sindaco – indispensabile per una corretta gestione dei rifiuti, e per questo chiediamo la collaborazione di tutti, cittadini e turisti”.[su_spacer]

L’ordinanza prevede pesanti sanzioni per chi dovesse continuare a depositare i rifiuti all’esterno del proprio esercizio commerciale; la Polizia Municipale è stata incaricata di potenziare i controlli per il rispetto delle nuove norme.[su_spacer]

Prosegue intanto la collaborazione con il Comune di San Vito lo Capo nel servizio di raccolta dei rifiuti per un periodo di novanta giorni di sei migranti con la qualifica di “rifugiati”, provenienti da Mali, Gambia, Senegal, ospiti presso lo SPRAR gestito dalla Cooperativa sociale Badia Grande di Trapani: “La collaborazione sta dando ottimi risultati – assicura il Sindaco – anche questo interessante esperimento contribuisce a rendere meno pesante la situazione in paese”.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *