Misure straordinarie per evitare il verificarsi di incendi che possano costituire pericolo per la salute pubblica e per l’ambiente: questo l’obiettivo dell’ordinanza firmata ieri dal sindaco di San Vito lo Capo, Matteo Rizzo, rivolta alla immediata rimozione di erbacce e rifiuti che possono innescare incendi e danni.[su_spacer]

“Contiamo sulla collaborazione di residenti e villeggianti perchè non si creino situazioni pericolose per le persone e dannose per il territorio” -dice il sindaco Rizzo.
I proprietari delle aree incolte e abbandonate, spesso colme di materiale di vario genere, vengono diffidati a provvedere senza indugio alla loro pulizia; per affrontare con la massima potenzialità eventuali incendi, inoltre, i proprietari di pozzi privati e autobotti sono obbligati – ove necessario – a metterli a disposizione per lo spegnimento degli incendi che dovessero divampare.
Dal 15 giugno al 15 ottobre scatta il divieto di accendere fuochi o mettere in atto comportamenti potenzialmente pericolosi che possono favorire gli incendi; per i proprietari di terreni vicini alle strade o a zone con alberi e piante è previsto l’obbligo di approntare una fascia tagliafuoco.

Leave a Reply

Your email address will not be published.