E’ entrato ieri in funzione il nuovo Centro Comunale di Raccolta dei rifiuti, primo passo verso la normalizzazione della situazione a San Vito lo Capo, che come tutti i paesi della Sicilia sta vivendo l’emergenza provocata dalla indisponibilità delle discariche di Siculiana e Borranea. Il “centro” è ubicato a ridosso del campo sportivo, ed è stato istituito con una ordinanza urgente del sindaco Matteo Rizzo rivolta principalmente ai commercianti, che dovranno conferire lì i rifiuti in carta, cartoncino, verde e ramaglie, imballaggi in plastica, vetro e lattine, e organico; anche i privati cittadini potranno portare i loro rifiuti nel Centro di raccolta. “E’ stata una scelta obbligata per liberare il paese dai rifiuti, che per il momento non possono essere trasferiti nelle discariche chiuse – dice il sindaco – Purtroppo non tutti collaborano, e nell’assoluto disprezzo delle regole ma anche del vivere civile, di nascosto qualcuno continua a utilizzare i cassonetti distribuiti sul territorio, senza peraltro differenziare alcunché. Con l’ausilio della Polizia municipale cercheremo di bloccare questa pessima abitudine che arreca danni all’immagine del paese e alla salute dei suoi abitanti”.[su_spacer]

Intanto il Comune sta facendo fronte all’emergenza con una serie di provvedimenti “che hanno visto la collaborazione e la professionalità dell’ Asp di Trapani, del Direttore Fabrizio De Nicola e del dott. Di Gregorio, con una costante attenzione della problematica igienico sanitaria”- assicura il sindaco.[su_spacer]

Il nuovo Centro di raccolta dovrebbe funzionare per un periodo di quattro mesi (tale è la durata dell’ordinanza), in attesa che le discariche siciliane tornino a funzionare, o comunque si trovi una soluzione al problema: “Non finirò mai di chiedere a cittadini e turisti la massima collaborazione soprattutto nella raccolta differenziata – dice il sindaco Rizzo – In quest’ottica il nuovo piano di intervento già approvato dalla Giunta municipale prevede una premialità per chi differenzia i rifiuti, scelta obbligata per mantenere il paese pulito. Se rispetteremo le regole, già ad agosto avremo un paese lindo e pulito com’è sua tradizione, dipende solo da noi”.[su_spacer]

L’assessore al Turismo Maria Cusenza sottolinea la tradizionale cura che gli abitanti del paese hanno sempre avuto per il territorio:“Storicamente i sanvitesi hanno curato la porzione di strada davanti alle loro case, e ancora oggi l’amore per il paese si legge nel mantenimento delle bellissime aiuole che sono un motivo di orgoglio e un richiamo turistico, è auspicabile che tutti, residenti e turisti, continuino ad amare e rispettare gli spazi pubblici, un rifiuto per strada è un’offesa per tutti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.