Nel corso de fine settimana appena trascorso, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato al rispetto delle normative di contenimento del Covid-19, i Carabinieri della Stazione di San Vito Lo Capo hanno denunciato un diciassettenne originario di Marsala per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. 

Il giovane è stato sorpreso a San Vito, a suo dire per far visita ad un caro amico, in violazione della attuali restrizioni derivanti dalle norme per fronteggiare l’emergenza epidemiologica. I militaripertanto, dopo averlo identificato, lo hanno sanzionato amministrativamente.

Nella circostanza il minorenne è andato su tutte le furie,nonostante i Carabinieri hanno spiegato nei particolari il motivo della sanzione elevata, all’invito dei militari a calmarsi stracciava il verbale in mille pezzi li spintonava proferendo frasi ingiuriose dandosi alla fuga a piedi.

Il tentativo di fuga è fallito grazie alla pronta risposta degli operanti che, dopo un piccolo inseguimento riuscivano a bloccarlo.

All’esito degli accertamenti il minore è stato riaffidato ai genitorie più che della denuncia al tribunale dei minori rimediata per la resistenza appariva preoccupato per l’intervento dei familiari.