Il Comune di San Vito lo Capo è stato autorizzato in via eccezionale dalla Regione Siciliana a smaltire quotidianamente oltre 50 tonnellate di rifiuti indifferenziati, contro le 26 finora possibili. Il raddoppio della quantità è stato possibile grazie alla disponibilità della discarica palermitana di Bellolampo, che da oggi al prossimo 7 settembre recepirà 26 tonnellate di rifiuti al giorno, mentre le altre 26 vengono portate nella discarica trapanese di Borranea.

Era stato il sindaco Matteo Rizzo a richiedere un intervento urgentissimo della Regione perché la disponibilità di Borranea era risultata assolutamente insufficiente per la grandissima mole di rifiuti indifferenziati prodotti a San Vito, che nel mese di agosto è stato preso letteralmente d’assalto da turisti italiani e stranieri; l’impossibilità di smaltire tutti i rifiuti col conseguente abbandono in strada aveva provocato enormi disagi e pericoli per la salute pubblica.

“Desidero ringraziare pubblicamente il presidente Crocetta, il sindaco di Palermo Orlando, l’Assessorato regionale dell’Acqua e dei Rifiuti e la società Rap che gestisce la discarica di Bellolampo, per la sensibilità dimostrata – dice Matteo Rizzo – senza questo intervento straordinario la situazione igienica sarebbe precipitata mettendo in pericolo la stagione turistica in corso e anche quelle a venire. Il problema non era infatti la raccolta dei rifiuti, ma il loro conferimento in discarica”.

Il sindaco Rizzo aveva chiesto al Presidente della Regione di incrementare di 30 tonnellate al giorno la possibilità di smaltimento dei rifiuti; nel decreto della Regione si sottolinea “l’eccezionalità e l’urgenza della situazione” e si autorizza il Comune di San Vito lo Capo “al conferimento straordinario fino al massimo di 26 tonnellate al giorno di rifiuti giacenti nel territorio comunale” presso l’impianto di contrada Bellolampo a Palermo. Il provvedimento ha efficacia dal 23 agosto al 7 settembre.

“Sono molto soddisfatto per la positiva soluzione della vicenda – afferma il sindaco Rizzo – Inoltre in questi giorni stiamo implementando la pulizia delle strade grazie a un progetto di integrazione che prevede la collaborazione di dieci extracomunitari riuniti in cooperativa impegnati nell’operazione di spazzamento”.

Un’altra buona notizia riguarda San Vito lo Capo e l’ambiente naturale del territorio: è stata messa definitivamente in sicurezza la bellissima spiaggia del Bue Marino a Macari, premiata come la più bella d’Italia un paio di anni addietro: i lavori di transennamento della zona pericolante per un intervento abusivo sono stati portati a termine e la spiaggia è nuovamente ufficialmente aperta alla pubblica fruizione.

*Foto archivio

Leave a Reply

Your email address will not be published.