Segreteria provinciale Giovani Democratici: assegnate le nuove cariche

Salvatore CangemiE’ stata composta dal segretario provinciale, Salvatore Cangemi, la segreteria dei Giovani Democratici della provincia di Trapani. Al segretario spetterà il compito di curare i rapporti tra territori ed istituzioni e il coordinamento dei circoli.[su_spacer]

Altro componente della segreteria provinciale è Davide Ruggirello, segretario del neoformato circolo giovanile di Paceco, cui spetta il ruolo di responsabile dell’Organizzazione e del tesseramento provinciale; Ruggirello nel 2007 è stato presidente della consulta degli studenti e responsabile nazionale con delega alla dispersione scolastica; è adesso segretario del circolo GD del comune di Paceco. Ha una laurea in Giurisprudenza conseguita presso l’Università degli studi di Siena.[su_spacer]

A Francesco Lisciandra di Castelvetrano spetta la delega alla Legalità ed al lavoro; ha una laurea in tecniche di cardiologia ed è attualmente iscritto alla facoltà di scienze politiche dell’Università degli studi di Palermo; è vice segretario dei giovani di Castelvetrano, volontario Unicef e socio Unesco nella sua città.[su_spacer]

Ibrahima Balde A Ibrahima Balde va la delega alle Pari opportunità e all’ambiente. Giovane meritevole che viene dal Senegal e vive ad Erice; da poco ha ottenuto la protezione umanitaria. Ha una grande passione: la pallavolo; forte di ciò è riuscito a diventare arbitro federale di Pallavolo.[su_spacer]

Vincenzo Mulè, di Alcamo, si occuperà invece di Scuola e università; frequenta Architettura ed è impegnato nel sindacato studentesco con la Run Palermo, di cui attualmente è presidente.[su_spacer]

Federica Lipari

Federica Lipari

A Federica Lipari, di Alcamo, il compito di curare la comunicazione; studia a Palermo Scienze dell’amministrazione e delle organizzazioni complesse e ha una laurea in scienze della comunicazione per i media e le istituzioni.[su_spacer]

Questa la segreteria organizzata dal Segretario Cangemi di Alcamo, pensata con la speranza di creare momenti di aggregazione di fattivo dibattito non soltanto politico.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *