In Sicilia ed in particolare dalle nostre parti la crisi economica è stata ed è ancora importante, pochi sono coloro che negli anni si sono specializzati nel gioco, aprire sale di scommessa, sale bingo, ricevitorie e quanto altro è diventata una tendenza nuova e relativamente recente.

Nei nostri paesi, in particolare nelle zone interne non di rado si notano anziani che a riparo dagli occhi indiscreti giocano a soldi.

Intanto sembra chiaro che la Sicilia continua ad essere una isola particolare, tutta da scoprire anche per il mondo dell’azzardo. Qui infatti il terreno sembra essere molto fertile.

Pochi sono coloro che si sono fatti ammaliare dal gioco fisico, pochissimi i frequentatori delle sale gioco o di quelle scommesse, minor densità di slot machine rispetto a qualsiasi altro territorio di Italia.

L’imprenditoria collegata al gioco qui è appena arrivata eppure i numeri sembrano essere già interessanti basta pensare che la Sicilia è stata una delle otto regioni italiane i cui cittadini hanno perso al gioco d’azzardo più di un miliardo di euro. Con una raccolta di 4,2 miliardi e vincita di poco superiori ai 3 miliardi.

In Sicilia comunque si gioca poco ad esempio a Enna si gioca meno che altre realtà di Italia.

La conquista dell’isola avviene in modo strategico come accade già da altre parti. Ad esempio il codice bonus da usare su titanbet sembra essere perfetto per iniziare a scoprire questo particolare mondo dei casinò online.

Il gioco d’azzardo digitale in Sicilia è particolarmente amato dai giovani e dai giovanissimi che si avvicinano al gambling solo attraverso  i devices digitali, la soluzione piace perchè garantisce la privacy e permette di giocare persino meno fondi rispetto a quello fisico.

Il gioco online ancora non affascina troppi over 30 ma a breve indubbiamente inizierà ad essere diffuso anche in altre generazioni.

Il gioco fisico in Sicilia è ancora poco ambito ma risulta essere sin troppo infiltrato infatti secondo alcuni dati reperibili in rete nel 2016 i quasi 300 controlli hanno portato al sequestro di 303 apparecchi e alla denuncia di 32 persone, tutti strumenti che pare fossero truccati o comunque non regolari.

In Sicilia il gioco d’azzardo più amato resta il classico e e tradizionale lotto, facile da capire, radicato ed antico quasi quanto il mondo: le ruote, i sogni la magia di un istante è quello che forse continua ad essere il più gradito e piacevole. E’ forse proprio questo legame con la tradizione ed il mistero dei numeri che impedisce in Sicilia la diffusione del gioco?

O forse in Sicilia si continuano ad apprezzare i giochi del tempo andato tra cui una bella partita a poker tra amici?

Chissà fatto è che qui l’azzardo sembra essere un ospite poco gradito.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.