Lo stato di agitazione dei dipendenti della RSA Morana di Marsala è stato dichiarato dal Sindacato “Soggetto Giuridico” che ha anche mandato una nota al Prefetto  e agli altri Enti interessati per “l’avvio delle procedure di Conciliazione e di raffreddamento”, come da prassi.

Nella nota a firma Catalano-Del Serro il sindacato si dice di essere costretto ad avviare la vertenza dopo “diversi incontri infruttuosi avuti in azienda” sul tema dei “requisiti strutturali, non rispettati, con carichi di lavoro  non più sopportabili  dal personale e nel rispetto dei pazienti ospiti”. La prima conseguenza della proclamazione dello stato di agitazione è che “ con decorrenza immediata i lavoratori si limiteranno a svolgere l’orario ordinario di lavoro assicurando i servizi minimi essenziali, astenendosi dal fare lavoro straordinario”